Aggredisce i genitori e prova a spegnere una sigaretta in faccia al padre: operaio arrestato

Lunedì 6 Luglio 2020
Gabicce, aggredisce i genitori e prova a spegnere una sigaretta in faccia al padre: operaio arrestato

GABICCE - Litiga coi genitori e li aggredisce, cercando di spegnere una sigaretta in faccia al padre, davanti ai carabinieri. Poi botte anche ai militari. Arrestato. Ieri sera, alle dieci, i Carabinieri di Gabicce Mare sono stati chiamati ad intervenire a Gradara da un 34enne operaio del posto, che aveva chiesto il loro intervento a seguito di una lite con i genitori conviventi, due sessantenni.

LEGGI ANCHE:
Vetrina della gioielleria distrutta a mazzate: ladri in fuga con preziosi e orologi

Si lancia dal terrazzo per la delusione d'amore: ragazza grave dopo un volo di 6 metri

Giunti su posto hanno trovato l’uomo fuori di casa, alterato, che invece di spiegare i motivi della sua richiesta di intervento ha iniziato ad offendere i militari nel chiaro intento di mandarli via.
 
I carabinieri hanno comunque preso contatto con i due genitori i quali non hanno potuto che rassegnarsi all’evidenza dei fatti e riferirli ai due militari: il figlio li aveva aggrediti sia verbalmente che fisicamente ed aveva messo a soqquadro la cucina, anche rompendo piatti e versando il cibo sul pavimento. Il 34enne ha cercato di aggredire fisicamente i genitori , in particolare il padre, al quale voleva spegnere in faccia la sigaretta che stava fumando. I Carabinieri lo hanno fermato in tempo, ma sono stati oggetto a loro volta di un’aggressione con calci e pugni, sputi al volto nonché minacce ed ingiurie di ogni tipo. E'  stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e ha passato la notte nella camera di sicurezza della Caserma di Pesaro. Ieri mattina, in tribunale, l’arresto è stato convalidato e T.M., che ha già aveva commesso reati contro la persona, è stato condannato dal Giudice a otto mesi di reclusione con sospensione della pena. Rimesso in libertà è tornato a casa. Luben

© RIPRODUZIONE RISERVATA