Il lockdown scatena i ladri, nuovo raid in centro: più di 20 colpi in pochi giorni

Martedì 24 Novembre 2020 di Osvaldo Scatassi
La pasticceria Le Terrazze svaligiata

FANO - Cinque attività commerciali, in tre diversi quartieri di Fano, sono state prese di mira dai ladri in una manciata di ore fra la prima serata e la notte tra domenica e lunedì. Nel caso del panificio Le Fornerie, in via Cavour, il furto è fallito grazie al provvidenziale intervento di un residente, che ha segnalato la presenza di un ragazzo intento ad armeggiare con un piede di porco intorno al portone sul retro del negozio.

Poco contante come bottino
L’episodio, intorno alle 20 di domenica, è stato segnalato alle forze dell’ordine e il testimone ha fornito numerosi dettagli sull’abbigliamento del giovane e sulla bicicletta che ha usato per allontanarsi. In altri due casi l’intrusione è però riuscita e il bottino è consistito in poco contante e in un po’ di merce asportata: come spesso accade in questi episodi riconducibili alla criminalità diffusa, il danno più grave è la forzatura degli infissi e delle serrature. Esasperati commercianti ed esercenti fanesi, perché in questi ultimi giorni la pressione esercitata dai furti, riusciti o tentati, è piuttosto elevata.

L’associazione Ristoritalia ha diffuso un appello attraverso una chat, un gruppo di dialogo su Whatsapp, invitando gli operatori locali a iscriversi a un elenco, qualora siano stati vittime di furti o tentati furti, così da avere un quadro preciso. E finora ha contato più di 20 colpi. Polizia e carabinieri stanno indagando su una serie di incursioni ladresche che hanno come comune denominatore una modalità operativa piuttosto rozza.


La ripresa delle telecamere
Ha il fisico e le movenze di un giovane uomo la persona ripresa dalle telecamere della videosorveglianza sempre domenica intorno alle 19, mentre riusciva a intrufolarsi dentro la pasticceria Peccati di gola, a Fano in via Gabrielli, dopo avere forzato la porta d’ingresso. «Aveva il cappuccio calato sul viso e ha aperto un ombrello per nascondersi ancora meglio alla telecamera», ha detto ieri il titolare dell’attività, Andrea Casagrande. «Il ladro – ha aggiunto – ha staccato il cassetto del registratore e se n’è andato con il contante che era contenuto». Il piede di porco ha fatto breccia anche nella vetrina della pasticceria Le Terrazze, a Fano in via Liguria, scardinando una porta laterale. Il ladro (i ladri?) ha rovesciato un espositore con addobbi e prodotti natalizi, prima di arrivare al registratore e asportare il contante del fondo cassa. Si è preso anche qualche panettone, cioccolatini e bottiglie di buona marca tra aperitivi e spumante. «Più del danno, che pure c’è stato, mi lascia interdetta l’ingiustizia dell’attuale situazione», ha sostenuto Elisabetta Ghiandoni, una delle due titolari, proseguendo: «Se questi ladruncoli sono presi, e non è scontato, per loro c’è sempre una giustificazione». 

Le effrazioni mancate
A vuoto i tentativi di effrazione al negozio di Elena Giovanelli, elettrodomestici e ricambi in viale Gramsci, e all’ortofrutta in via San Paterniano. «Alla riapertura settimanale sono rimasta chiusa fuori, perché la forzatura con il piede di porco ha rovinato la serratura della porta», ha spiegato ieri la titolare Emanuela Travaglini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA