Incendio in una palazzina di Fano, residenti evacuati dai pompieri. Un anziano all'ospedale

Giovedì 30 Luglio 2020 di Osvaldo Scatassi
Intervento dei vigili del fuoco
FANO - Evacuata con l’autoscala una palazzina in via Negusanti, ieri intorno alle 19.45. Almeno tre inquilini erano rimasti intrappolati da un fumo nero, denso e acre, alimentato dall’incendio sviluppatosi in una cucina del condominio. Tutta la tromba delle scale ne era satura, la strada dell’uscita sbarrata da quella spessa coltre di gas e vapori. Un anziano, che manifestava i sintomi dell’intossicazione, è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Santa Croce per gli accertamenti del caso.

 
Sembrava comunque che le sue condizioni non destassero particolari preoccupazioni. Nella concitazione del momento c’era chi aggiungeva al conto anche un’altra persona, che sarebbe stata trasportata a sua volta al nosocomio fanese, distante poche centinaia di metri da via Negusanti. «Ho avuto tanta paura», raccontava una giovane inquilina, mentre assisteva alle fasi conclusive dell’intervento effettuato dai vigili del fuoco, arrivati sul posto con tre mezzi dalle caserme a Fano e a Pesaro. «Stavo facendo la doccia – ha proseguito la donna – e a un certo punto ho sentito che negli altri appartamenti c’era dell’agitazione. Non ci ho dato molto peso, a volte capita, ma poco dopo mi sono insospettita e ho guardato dallo spioncino. Tutto buio come se fosse notte piena, mentre fuori splendeva il sole. Era fumo e per me non c’era modo di uscire dal mio appartamento, impossibile passare dalla tromba delle scale. Mi sono spaventata, ma quasi subito ho sentito che dall’esterno dicevano: Abbandonate l’edificio, è pieno di fumo». Erano i vigili del fuoco che si preparavano a evacuare gli inquilini intrappolati, ricorrendo all’autoscala. Portati all’esterno l’anziano, che poi è stato accompagnato all’ospedale da un’ambulanza del 118, la giovane donna e una ragazza, che a sua volta si trovava nell’edificio, di tre piani più mansarda, quando è scoppiato l’incendio in un altro appartamento.  Le fiamme si sono sviluppate da un piano cottura, per una pentola dimenticata sul fuoco, poi si sono estese a quello che c’era intorno. Polizia locale e carabinieri (intervenuti anche per gli accertamenti di rito) hanno bloccato gli accessi da ogni lato, per agevolare i vigili del fuoco nel loro intervento, che è stato seguito a lungo da pedoni e ciclisti di passaggio. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA