Entroterra pesarese in ginocchio, le foto del disastro e il gesto di un imprenditore di Cagli che mette a disposizione l'hotel

Entroterra pesarese in ginocchio, le foto del disastro e il gesto di un imprenditore di Cagli che mette a disposizione l'hotel
3 Minuti di Lettura
Venerdì 16 Settembre 2022, 13:22 - Ultimo aggiornamento: 13:23

FRONTONE - Il giorno dopo, le immagini della devastazione. Rabbia, lacrime, disperazione. E le parole trancianti del sindaco di Pesaro Matteo Ricci: «Una tragedia. La comunità è scioccata e impaurita. Siamo in prima linea nei soccorsi, all'opera e a sostegno dei comuni colpiti da questo disastro».

Toccante il messaggio su Facebook di Manuel Matteucci: «Anche se lontano vi sono vicino con il cuore e con la mente in questo difficile momento che ha colpito le nostre zone.... Nel mio piccolo metto a disposizione l'Hotel Pineta di Cagli per tutte le famiglie che sono impossibilitate a rientrare nelle proprie abitazioni venendovi incontro il più possibile durante questa emergenza. Per info contattare lo 0721-787387».

Il sindaco Matteo Ricci interviene sul maltempo che ieri ha colpito «in maniera dura e spaventosa il nostro territorio. Ad ora sono 11 le vittime accertate della bomba d'acqua che si è abbattuta tra le province di Ancona e Pesaro Urbino. Il Comune di Pesaro ha messo a disposizione uomini e mezzi per rimanere al fianco di tutti gli amministratori locali e i comuni che in queste ore sono in ginocchio».  Poi continua: «Esprimo sentita vicinanza alle famiglie ringraziando Protezione Civile e soccorritori che tanto stanno facendo in questo difficile momento. La macchina dei soccorsi si è attivata da subito. Oggi pomeriggio, insieme all’assessore all’Operatività Enzo Belloni, sarò nei luoghi colpiti dall’alluvione, per capire quali ulteriori aiuti poter fornire».

Poi il sindaco continua: «Il cambiamento climatico è più veloce di quanto immaginiamo e queste sciagure ne sono le conseguenze. Ridiscutere il PNRR è follia, abbiamo l'opportunità di accedere a queste grandi risorse per sviluppare anche progetti a favore del dissestamento idrogeologico che danno sicurezza alle comunità dei territori nazionali».

© RIPRODUZIONE RISERVATA