Simboli nazisti alla scuola Mercantini, memoria oltraggiata: L'ira del sindaco: «Atto gravissimo»

Simboli nazisti alla scuola Mercantini, memoria oltraggiata: L'ira del sindaco: «Atto gravissimo»
Simboli nazisti alla scuola Mercantini, memoria oltraggiata: L'ira del sindaco: «Atto gravissimo»
di Roberto Giungi
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 27 Aprile 2022, 01:50

FOSSOMBRONE  - Le pareti esterne dell’ingresso della scuola media Fratelli Mercantini a Fossombrone sono state prese di mira a colpi di spray. I vandali sono andati oltre. Hanno oltraggiato la targa de “Il muro dei Giusti”, omaggio a coloro che rischiarono la vita per salvare gli ebrei. La dirigente scolastica ha provveduto a denunciare l’accaduto ai carabinieri. Stavolta l’atto di vandalismo, ammesso che tale possa definirsi, ha superato ogni limite. 


«È successa una cosa gravissima - ha commentato il sindaco Massimo Berloni -. Non è più possibile andare avanti così. Dobbiamo subito ricorrere ai ripari installando la videosorveglianza». Non è la prima volta che sulle pareti appaiono simboli e scritte. Sono sempre stati cancellati con imbiancature a tempo di record. Recentemente un ragazzino era stato quasi colto sul fatto ma riusciva a mettersi in fuga in sella al proprio booster fino a far perdere le proprie tracce. Quel luogo da anni alla sera diventa il punto di ritrovo, per quanto improprio, di molti ragazzini. Chiacchierano, spesso schiamazzano e ascoltano musica. Chi ha preferito scegliere la strada del vandalismo ha danneggiato tutti. Aggravando una situazione già pesante come hanno sottolineato in diverse occasioni anche alcuni residenti.

Volendo non sarebbe poi impossibile risalire a chi ha messo a segno una delle peggiori imprese che oltre alla maleducazione denota mancanza di rispetto verso i simboli che hanno un loro valore morale e pedagogico. Tempo fa a ridosso dello stesso edificio sacchi di immondizia depositati per la raccolta del mattino seguente sono stati scaraventati sui tetti delle case. C’è stato anche il tentativo di incendiare il portoncino di un residente che aveva redarguito un gruppo di adolescenti perché non facessero baccano nelle ore notturne. La carta bruciacchiata è stata ritrovata la mattina intrisa dalla pioggia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA