«Il medico sull’ambulanza è stato garantito». Dopo le polemiche, ecco la rassicurazione della giunta di Fossombrone

«Il medico sull ambulanza è stato garantito». Dopo le polemiche, ecco la rassicurazione della giunta di Fossombrone
«Il medico sull’ambulanza è stato garantito». Dopo le polemiche, ecco la rassicurazione della giunta di Fossombrone
3 Minuti di Lettura
Lunedì 27 Giugno 2022, 07:10

FOSSOMBRONE  - «La presenza del medico del 118 sarà garantita nel mezzo di soccorso avanzato - si legge nel comunicato del Comune di Fossombrone -. La giunta comunale sta continuando a monitorare la situazione all’interno del presidio ospedaliero e grazie all’interessamento diretto del sindaco Massimo Berloni si è riusciti a scongiurare, anche per questa fine settimana, la mancanza del medico a bordo del 118».

«Siamo consapevoli delle difficoltà nel reperire anche personale medico a livello nazionale, ma nello stesso tempo ci preme ringraziare il direttore Area Vasta 1 per aver preso in seria considerazione le preoccupazioni dei forsempronesi presentate dall’amministrazione comunale. Anche nelle scorse settimane siamo riusciti a far fronte ad altre criticità in altri reparti, nel rispetto dei ruoli ed evitando il sorgere di problemi. Tutto questo è stato realizzato senza sentire il bisogno di fare grandi proclami. Abbiamo sempre avuto a cuore la problematica sanitaria e l’unica certezza è che cercheremo, come ribadito più volte, di impegnarci fattivamente per ottenere il miglior risultato possibile per la nostra comunità».


Stamattina al mercato prende il via la raccolta di firme per chiedere la convocazione di un consiglio comunale monotematico sulla sanità. Precisa Progetto Comune «di aver chiesto a tutti i consiglieri, sia di maggioranza sia di minoranza, le firme per indire un consiglio monotematico sulla sanità prima di settembre, ma sia da destra sia da sinistra non ci è arrivata alcuna risposta. Perché tutta questa urgenza? Perché entro settembre il consiglio regionale delle Marche approverà il nuovo Piano sanitario. Vorremmo far sentire la nostra voce prima che i giochi siano fatti. Così abbiamo deciso insieme ai “Cittadini che rivogliono l’ospedale pubblico” di chiedere le firme a tutta la collettività. Questa mattina saremo con un gazebo al mercato, vieni a firmare per difendere la sanità pubblica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA