I ladri senza cuore ripuliscono il centro anziani e fanno il pieno di dolci e patatine dal bar vicino

I ladri senza cuore ripuliscono il centro anziani e fanno il pieno di dolci e patatine dal bar vicino
I ladri senza cuore ripuliscono il centro anziani e fanno il pieno di dolci e patatine dal bar vicino
di Roberto Giungi
3 Minuti di Lettura
Sabato 11 Giugno 2022, 06:20 - Ultimo aggiornamento: 12 Giugno, 09:59

FOSSOMBRONE - «Come sparare sulla Croce Rossa» il commento che si è colto a Fossombrone alla notizia che nelle prime ore di ieri mattina qualcuno ha messo a segno un furto di 350 euro circa ai danni del centro polivalente anziani Auser dopo aver forzato una persiana e messo fuori uso la finestra che si affaccia accanto alla porta d’ingresso. 

Nel negozio etnico vendeva anche hashish, marijuana e cocaina ai ragazzini: arrestato bengalese

Il fatto

Per completare l’opera, o forse per depistare le tracce, l’incursione si è conclusa con l’asporto di sacchetti di patatine e pacchetti di caramelle dal bar attiguo. Difficile capire se siano stati dei ragazzi gli autori di quello che può definirsi un vero e proprio oltraggio. Certo è che chi ha deciso di mettere a segno il colpo conosceva bene gli ambienti e ogni suo anfratto. E’ salito in piedi sul passamano che accompagna tutta quanta la ripida salita di via della Speranza dal corso cittadino. Sapeva bene che la finestra poco sopra sarebbe stato un gioco forzarla. Colpire in quel modo il centro in cui si incontrano non solo anziani ma anche giovani per ore da trascorrere in pace ha lasciato molto amaro in bocca a tutti quanti. 
Adesso si lavora per sistemare un’inferriata che garantisca adeguata protezione. Nessuno avrebbe mai pensato ad una cosa del genere. Quanto successo desta un forte allarme. Tutto è maturato in poco tempo di certo nelle prime ore della mattinata, come detto. Nessuno dei residenti attigui si è accorto di nulla. Peraltro il forte abbassamento della temperatura ha costretto tutti a dormire con le finestre chiuse. Fosse successo qualche giorno prima in piena afa i malviventi non avrebbero avuto vita facile. Molte le attestazioni di dispiacere per quanto successo. 

Il campanello d’allarme

Un campanello d’allarme, si fa osservare da più parti, che mette in guardia su una possibile recrudescenza di eventi del genere quantomeno disdicevoli. Ai responsabili del centro e a tutti i collaboratori non è rimasto altro che mettersi al lavoro per rimediare ai danni subiti. Fatto spiacevole da condannare. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA