Torna a casa e scopre che i cinghiali gli hanno devastato il giardino

Domenica 27 Dicembre 2020 di Roberto Giungi
Brutte sorprese con i cinghiali

FOSSOMBRONE -  Rientrare a casa tardi per motivi di lavoro e trovare esemplari vari di cinghiali che se ne stanno tranquilli a devastare tutto il giardino della villa in cui abiti. Succede a una manciata di metri dal centro abitato di Fossombrone. La storia che racconta Fabio Londei, rinomato operatore nel mondo della ristorazione ed ex sindaco di Sant’Ippolito, sa dell’incredibile.

LEGGI ANCHE;

Il cinghiale bianco guida un piccolo branco in pieno giorno: sconcerto sulla Statale

 

«La documentazione fotografica evidenzia danni notevoli alla mia proprietà non risarcibili in quanto non vi sono colture in atto. Vengono danneggiati prati e giardini che circoscrivono la casa ungulati ormai abituati che non scappano nemmeno alla vista delle persone. Va detto inoltre che gli stessi causano continuamente incidenti sulla provinciale danneggiando mezzi ed incutendo paura chiedo che si provveda in merito quanto prima a spese di chi vuole la protezione di detti animali non facendo ricadere il danno su chi vive sul luogo. Chi si vuole divertire paghi una adeguata recinzione» che fino ad oggi, è il caso di ribadirlo, non ha retto ad alcuna invasione. Il “difetto” dell’abitazione è di sorgere tra la provinciale e ai piedi delle Cesane il bosco demaniale dove i cinghiali si rifugiano dopo aver trovato da mangiare o da bere qualche centinaio di metri più in là direttamente sul Metauro. Per quanto sia riemersa in primo piano nelle ultime ore la vicenda ha una storia lunga che non trova un aiuto da parte di nessuno e ancor meno uno sbocco stante una realtà allucinante. Di questo passo basterà poco ai cinghiali per entrare direttamente nelle stanze considerato che nemmeno si spostano quando arrivano le automobili o c’è bisogno di interventi di qualsiasi genere come succede in ogni casa. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA