Choc in centro: nella lite tra ubriachi spuntano un coltello ed una pistola (finta)

Venerdì 14 Agosto 2020
Choc in centro: nella lite tra ubriachi spuntano un coltello ed una pistola (finta)

FOSSOMBRONE - Dopo un alterco tra balordi sotto i fumi dell’alcol, in corso Garibaldi a Fossombrone, sono spuntati un coltello ed una pistola ad aria compressa.

LEGGI ANCHE:
Distanza, mascherine, controlli: le Marche continuano a ballare. Ma Pesaro vieta le danze. E San Benedetto avverte: attenti o si chiude

Ascoli, positivo un bimbo di 4 anni. Un contagiato è andato alla festa del patrono e a un matrimonio con 200 persone

«Per fortuna non c’è stato alcun contatto fisico per cui alla fine non ci sono state conseguenze di alcun genere» ha assicurato il sindaco Gabriele Bonci che si è subito interessato su quanto era successo anche a seguito di inquietanti post sui social che avevano in effetti destato notevole clamore e una certa preoccupazione. 
 
Scontri fra bande
Rassicurazioni importanti con il trascorrere delle ore sono arrivate anche da parte dei carabinieri che hanno lasciato intendere che la situazione é comunque sotto controllo. Corso Garibaldi sempre più nell’occhio del clamore dopo quanto si sta verificando ormai da qualche tempo. Si è avuta conferma di “scontri” nelle ore piccole della notte tra bande di giovani come succedeva un tempo. Tanto più che alcuni arrivi avverrebbero addirittura da altre località non da meno dalle città costiere. In palio, a dire il vero, non c’è alcun primato da agguantare. Un po’ di campanilismo accentuato dai soliti bicchieri in più. Da tempo alcuni residenti nella stessa via centrale della cittadina metaurense lamentano schiamazzi, rumori e scaramucce varie in piena notte. 

Forze dell’ordine in azione
Per le forze dell’ordine non è facile arrivare in piena flagranza. Perché i protagonisti delle serate alcoliche fanno prima a dileguarsi imboccando vicoletti e anfratti. L’ultima segnalazione in ordine di tempo è a se stante. Si parla appunto di balordi che nulla hanno a che fare con le disavventure notturne di tutti gli altri giovani troppo allegri. Certi esercizi infatti di notte restano chiusi nel rispetto dell’orario normale. Molto di più preoccupa il fatto che siano spuntati il coltello e la pistola ad aria compressa che di primo acchito hanno destato comprensibile allarme. Non c’è dubbio che rispetto alle notti estive dello scorso anno certe “mode” hanno subito una sorta di mutazione genettica. Dai tentativi più strani, andati in porto più volte, di forzare l’isola pedonale, si é andati su altre sponde meno piacevoli per quanto riguarda la quiete pubblica. 

Una piazza complicata
Quando prevalgono sonnolenza e tranquillità (apparenti) subentra il mondo più subdolo dello spaccio di sostanze stupefacenti che hanno trasformato Fossombrone in una sorta di centrale poco raccomandabile. Per fortuna che in quest’ultimo caso le massicce operazioni portate a termine dai carabinieri a più riprese hanno sortito risultati eccellenti. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA