«40 anni portati da Re», Giorgia Palmas fa gli auguri a Filippo Magnini e il web fa festa

Giovedì 3 Febbraio 2022 di Camilla Cataldo
Filippo Magnini e Giorgia Palmas

PESARO - I suoi primi 40 anni, il due volte campione del mondo Filippo Magnini li ha festeggiati ieri. Un numero importante, una porzione di esistenza in cui ha lasciato tantissimo, cose inimmaginabili, emozioni uniche e dolori forti. Ne è uscito sempre da vincitore. Per Re Magno è il secondo compleanno da papà e il primo da marito. «40 anni meravigliosi, come meraviglioso sei tu.

 

«40 anni portati da Re – la bellissima e toccante dedica della sua Giorgia Palmas -. Auguri all’uomo, marito, padre, amico, sportivo migliore del mondo. 40 anni scanditi dalle tue bracciate in acqua, dai battiti di ciglia di Mia, da tutti i tuoi traguardi, dai sogni, da noi che “non ci siamo mai beccati neanche per sbaglio in giro” e poi ci siamo innamorati subito e da quel momento è stato per entrambi il minuto zero da cui far davvero partire le nostre vite. 40 anni con la musica delle colonne sonore di Bud Spencer e Terence Hill, il pianoforte di tua mamma Silvia, il palleggio ritmato di Sofi, le ninnananne improvvisate, la musica per la Chiesa, l’inno italiano… C’è tantissimo nei tuoi primi 40 anni e non vedo l’ora di vivere e scoprire il resto insieme. Conosco i tuoi sogni e i tuoi progetti e ti auguro che si realizzino tutti come meriti, io ti sosterrò sempre. 
«Buon Compleanno Amore mio infinito, a 40 sei più figo che mai. PS… tranquillo a brevissimo ti raggiungo anche io!!!». «E io che piango leggendo il post che mi hai scritto… Sei speciale ogni giorno, grazie amore mio. Ti amo», la risposta di Filippo. In rete gli auguri sono stati centinaia, provenienti da personaggi dello sport e dello spettacolo, amici, fans. Il 2022 sarebbe anche l’anno del matrimonio in chiesa, dopo il rito civile. Il 5 marzo toccherà i 40 pure la sua amata Giorgia Palmas. SuperPippo ha lasciato il nuoto agonistico ma è ripartito con un nuovo progetto. 
Dal 1° febbraio collabora con Acquamore Bocconi Sport Center. «La piscina Bocconi è la mia nuova casa sportiva», ha scritto. Non ha parlato nel dettaglio del suo ruolo, ma ha risposto ai giovani followers: «Se farò l’allenatore? Diciamo che starete a stretto contatto con me. Ci saranno una serie di attività dedicate a tutti, dai più piccoli della Scuola Nuoto Federale ai semplici appassionati che e affollano il centro e vogliono perfezionarsi. Sono entusiasta e voglio mettere la mia esperienza e la mia competenza». Nessun italiano prima e dopo di lui si è imposto in vasca lunga a livello mondiale nella gara più classica delle gare: i 100 stile libero. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA