Pesce o tagliatelle, il candidato è servito: ecco programmi e ospiti delle Feste dell’Unità di Villa Fastiggi e Vallefoglia

Pesce o tagliatelle, il candidato è servito: ecco programmi e ospiti delle Feste dell Unità di Villa Fastiggi e Vallefoglia
Pesce o tagliatelle, il candidato è servito: ecco programmi e ospiti delle Feste dell’Unità di Villa Fastiggi e Vallefoglia
di Milena Bonaparte
3 Minuti di Lettura
Sabato 27 Agosto 2022, 05:40 - Ultimo aggiornamento: 10:03

PESARO Pappardelle alla lepre e candidati, tagliatelle con ragù e dibattiti. Dallo storico quartiere rosso di Pesaro al feudo di Ucchielli, sono in arrivo due Feste dell’Unità in piena campagna elettorale, anche se «noi puntiamo sul tradizionale porta a porta» dicono i militanti in affanno tra stand, balere e fornelli.  
La costa con Villa Fastiggi e le prime colline di Vallefoglia sono mobilitate. «Rimbocchiamoci le maniche per evitare la vittoria della destra» è il mantra dei volontari, ridotti al lumicino e sempre più difficili da coinvolgere. Ma, nonostante i proclami, quelli del centrosinistra sono preparativi un po’ demotivati in vista del 25 settembre. Per la prima volta nella storia Pesaro Urbino non ha candidati eleggibili del Pd. C’è preoccupazione e delusione, da una parte. Dall’altra, sopravvive l’esigenza di accendere fari e proporre trend.

Nessun pesarese dem in posizioni sicure: mai successo

«A testa bassa – rilancia Giorgio Baldantoni da Villa Fastiggi –, non era mai successo che si rimanesse senza esponenti del Pd in posizioni sicure, ma per ora non voglio fare polemica». Nel Pesarese si borbotta a bassa voce con un programma ideologicamente impegnato, mentre Vallefoglia, più allineata, punta all’arrivo dei big nazionali. La quattro giorni di Villa Fastiggi, dal 1º al 4 settembre nel giardino del circolo Arci, ha come testimonial Giobbe Covatta e lo slogan “Ambiente futuro”. Dal 2 al 4 settembre, invece, la manifestazione di Vallefoglia al parco Volponi di Montecchio, propone incontri con i candidati delle liste Pd. Pochi giorni in scaletta per un ritorno post covid. Lo spazio dibattiti della festa di Villa Fastiggi si apre giovedì 1º alle 18,30 con “Pd, il partito che vogliamo“: intervengono i candidati Alberto Losacco e Rosetta Fulvi, Jacopo Falà e Andrea Salvatori, modera Luca Fabbri.

Atteso Giobbe Covatta

Alle 21 serata con Giobbe Covatta “Sei gradi“, presentata da Flavia Magi dell’associazione Upupa. Si tratta del nuovo spettacolo sulla sostenibilità del comico dove ironia e satira si uniscono ai grandi temi ecologici. Venerdì 2, alle 18,30, al dibattito “Dalle promesse alla realtà: la sanità nelle Marche“ intervengono Andrea Biancani, Luca Ceriscioli, Vania Sciumbata e Luca Pieri, modera Raffaele Vitali. La scaletta di sabato 3 prevede un dibattito, organizzato dai Giovani dem, alle 18,30 su “La salute mentale oggi“: intervengono Micaela Ucchielli, i candidati Maurizio Mangialardi e Irene Manzi, William Piermattei, modera Andrea Orazi. Mentre alle 21 è in programma l’incontro su “Diritti civili, la battaglia è ancora aperta“ con i candidati Alessia Morani e Giordano Masini, Giacomo Galeotti, Manuela Bora, Luca Pagnoni Di Dario e Michele Gambini, modera Giorgia Monticelli. Finale domenica 4 con il dibattito alle 18,30 su “L’Italia è fondata sul lavoro: idee per il prossimo Governo“, organizzato dal Pd di Villa Fastiggi e Montegranaro.

Gli ospiti


Interverranno il sindaco Matteo Ricci, i candidati Marco Bentivogli e Daniele Vimini, Roberto Rossini, Giampiero Bellucci, Andrea Salvatori e Riccardo Barnardi, modera Luigi Benelli. Giovedì sera cena di pesce solo su prenotazione, segno dei tempi e nostalgia dei gloriosi brodetti. La Festa dell’Unità di Vallefoglia prevede invece 3 giorni di dibattiti con tutti i candidati e i big da confermare, musica e cene della tradizione. Venerdì alle 20 Giordano Masini e Alessia Morani, sabato Augusto Curti e Irene Manzi, domenica Marco Bentivogli e Andrea Biancani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA