Ferrovia adriatica e binari da arretrare, il ministro Giovannini a Pesaro con Baronciani, Ricci, Calcagnini e Rossini

Ci sarà un focus speciale sul potenziamento della tratta Bologna-Lecce

Ferrovia adriatica e binari da arretrare, il ministro Giovannini a Pesaro con Baronciani, Ricci, Calcagnini e Rossini
Ferrovia adriatica e binari da arretrare, il ministro Giovannini a Pesaro con Baronciani, Ricci, Calcagnini e Rossini
2 Minuti di Lettura
Venerdì 24 Giugno 2022, 11:27 - Ultimo aggiornamento: 28 Giugno, 16:24

PESARO Ferrovia adriatica e arretramento dei binari, venerdì 1 luglio a Pesaro arriva il Ministro Enrico Giovannini. Il sindaco Matteo Ricci: «Faremo il punto sul piano delle infrastrutture del Paese, con un focus speciale sul potenziamento della tratta adriatica Bologna-Lecce». 

Chi ci sarà sul palco

Appuntamento al teatro Sperimentale alle 16.30. Si parlerà del nodo di Pesaro, l’arretramento della ferrovia, della green line e progetti futuri per Pesarochecambia.it. Sul palco con il sindaco Ricci e il ministro delle infrastrutture e mobilitò sostenibili Giovannini ci saranno anche il magnifico rettore dell'Unversità di Urbino Giorgio Calcagnini, la presidente di Confindustria Pesaro e Urbino Alessandra Baronciani e il segretario generale della Cgil Pesaro Urbino Roberto Rossini.

Il dibattito politico acceso

L’asse Pesaro-Fano sull’arretramento della ferrovia Adriatica «taglia in due la provincia». Ultimo a intervenire nel dibattito è stato Nicola Barbieri, il sindaco di Mondolfo, che non toglie la gamba dal contrasto con il presidente della Provincia, Giuseppe Paolini, rilanciando sull’esigenza di convocare «un tavolo di confronto» per una linea condivisa. Arretrare la linea ferrata fino a Metaurilia di Fano significherebbe dunque, secondo Barbieri, «tagliare a metà la provincia» e di conseguenza Paolini «dovrebbe riportare all’ordine i sindaci di Pesaro e di Fano, cercando invece di fare squadra». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA