Voleva l’Eucaristia in bocca nella messa di Pasqua, per protesta donna se ne va

Martedì 6 Aprile 2021
Voleva l Eucaristia in bocca nella messa di Pasqua, per protesta donna se ne va

FANO  - Ha rifiutato l’ostia consacrata il giorno di Pasqua perché il celebrante non gliel’ha offerta in bocca. L’episodio è accaduto nella chiesa di Santa Maria Nuova durante la messa delle 19. Una singolare forma di protesta, nella principale solennità dell’anno liturgico, che ha visto come protagonista una donna di mezz’età che al momento convenuto si era avvicinata all’altare per ricevere il sacramento dell’Eucaristia.

 

Quando è giunto il suo turno nell’ordinata fila di fedeli, opportunamente distanziati tra loro, la donna si è inginocchiata davanti al sacerdote, si è calata la mascherina e ha mostrato di voler ricevere la particola in bocca. Interdetto, padre Giancarlo Mandolini ha opposto un rifiuto (le regole anti Covid prescrivono che l’ostia venga porta con i dispositivi di protezione individuale sul palmo della mano), la donna ha insistito e di fronte alla fermezza del celebrante si è alzata bruscamente andandosene.

Il priore del convento di Santa Maria Nuova è rimasto turbato dall’accaduto tanto che alla fine della celebrazione ha sentito il dovere di giustificarsi pubblicamente, dicendo che lui non poteva accogliere quella richiesta, perché deve attenersi alle regole e rischierebbe anche la chiusura della chiesa. Oggi, martedì di Pasqua, è la festa della Madonna del Ponte, che si celebra nell’omonimo santuario con messe tutte le ore dalle 8. Alle 17,30 officerà il vescovo.

 

Ultimo aggiornamento: 11:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA