In via Cairoli altro sfregio, finanziate le telecamere. L’assessora: «Sono stati due ragazzini che hanno detto che si divertono così»

Sabato 20 Novembre 2021
In via Cairoli altro sfregio, finanziate le telecamere. L assessora: «Sono stati due ragazzini che hanno detto che si divertono così»

FANO  - Anche la videosorveglianza nel sottopasso di viale Cairoli all’interno del nuovo piano di manutenzione degli impianti sportivi appena varato dalla giunta. Si obietterà quale sia il nesso e sul punto è l’assessora allo sport e al decoro urbano Brunori («vogliamo accelerare il più possibile e questa era la soluzione») a dare chiarimenti.

 

 

Di tempo bisogna in effetti perderne poco, dopo che un altro dei pannelli che arredano il sottopasso, oggetto di complessivo restyling prima dell’estate, è stato preso di mira da graffitari incontinenti in questo caso meno anonimi che in altri episodi. «Sono stati due ragazzini. C’è chi li ha visti e prima che se ne andassero ha anche chiesto cosa li spingesse a farlo.

La risposta disarmante è stata: “Noi ci divertiamo così”» rivela la Brunori, che ha dovuto prendere atto del nuovo scempio solo poco tempo dopo che erano stati restaurati e ricollocati altri pannelli deturpati. Adesso ragazzi e docenti del liceo “Apolloni”, che hanno curato l’installazione, saranno allertati per rimuovere anche l’ultimo sfregio «Certi fatti comunque non scoraggiano né loro, né noi. Anzi, per il futuro coviamo altri progetti». Le telecamere saranno almeno un paio ma forse tre. Stanziati 132.000 euro anche per una serie di altri interventi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA