Lavori fermi ormai da tre mesi: e adesso spunta l’escavatore

Lavori fermi ormai da tre mesi: e adesso spunta l escavatore
Lavori fermi ormai da tre mesi: e adesso spunta l’escavatore
di Massimo Foghetti
3 Minuti di Lettura
Venerdì 12 Agosto 2022, 08:05

FANO  - Dopo l’interrogazione della Lega esposta nella seduta del consiglio comunale del 28 luglio scorso, qualcosa s’è mosso nel cantiere del parcheggio di via Risorgimento, recintato e inattivo da mesi non senza disagi per tutte le persone che vivono e lavorano nella zona dei centri direzionali di via dell’Abbazia e di via Roma. Tra l’altro in zona stanno costruendo nuove abitazioni, il che significa che le esigenze di parcheggio aumenteranno.

 
Forse il via dopo Ferragosto
In questi giorni ha fatto la sua apparizione un escavatore, segno che almeno dopo Ferragosto i lavori verranno ripresi. E’ dal dicembre del 2020 che è stato approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica per un investimento di 400.000 euro per la riqualificazione di tale area, in precedenza lasciata allo stato di incuria, con buche che si trasformavano in grandi pozzanghere in caso di cattivo tempo. In seguito sempre nel mese di dicembre dell’anno successivo era stato approvato il progetto esecutivo, mentre nel maggio di quest’anno sono stati appaltati i lavori. Da allora a parte la bonifica bellica, il livellamento dell’area e la realizzazione di un cordolo che divide la superficie a metà, nonostante il direttore dei lavori abbiamo inviato alla ditta un ordine di servizio per sollecitare la ripresa degli stessi, nulla è stato fatto.


E’ stato in risposta alla interrogazione del gruppo consiliare della Lega, composto da Gianluca Ilari, Luca Serfilippi, Marianna Magrini e Luigi Scopelliti, che l’assessora Tonelli stessa si era impegnata a sollecitare la ripresa dei lavori, data la grande attesa che il compimento dell’opera e soprattutto la fruibilità dell’area, desta nella popolazione. Per lenire i disagi l’assessora ha consentito agli operatori del vicino centro direzionale di via Roma di effettuare un abbonamento per il sottostante parcheggio coperto a un euro al giorno. Tuttavia gli altri parcheggi a pagamento che si trovano nelle vicinanze sono rimasti con le stesse tariffe.

Alla fine, quando il parcheggio di via Risorgimento verrà ristrutturato, si avranno 88 posti auto gratuiti collocati a forma di pettine, a cui si aggiungono quelli destinati ai ciclomotori, alle biciclette e quelli riservati ai disabili. Per un’area che si trova a poca distanza dal centro storico, vista la carenza di parcheggi gratuiti, è “grasso che cola”. Non solo ma per facilitarne l’accesso l’assessore Tonelli ha evidenziato che verrà realizzato un collegamento con un cancello che sfocerà direttamente all’altezza del ponte dei Passeggi, così da rendere fluido e comodo l’ingresso all’interno delle mura cittadine. 
Lo sbocco su via Roma
Parallelamente è prevista la realizzazione di un percorso che si affaccerà su via Roma in modo da collegare anche questa importante arteria della città. In più, oltre a salvare le alberature, ne saranno piantumate delle nuove affinché si creino zona d’ombra per le auto posteggiate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA