Cure staminali, ancora polemiche
La rabbia della mamma di Federico

Mercoledì 9 Luglio 2014
Una delle tante manifestazioni per il piccolo Federico
FANO - Ha difeso il diritto alle cure e le infusioni con il metodo Stamina Tiziana

Massaro, mamma del piccolo Federico Mezzina affetto da morbo di Krabbe, che

ieri pomeriggio in veste di segretaria del Movimento Vite Sospese ha tenuto un’

audizione in Commissione Igiene e Sanità del Senato. In questa sede la mamma fanese, di professione avvocato, ha presentato una relazione legale nella quale si parlava diffusamente della legge Turco-Fazio, secondo la quale si offre ai pazienti la possibilità di accedere alle terapie avanzate a base di cellule staminali, precisando che la legge 57 del maggio 2013 garantisce il proseguo dei trattamenti a chi ha iniziato le infusioni. “Abbiamo la legge dalla nostra parte, le ordinanze dei giudici.

Personalmente ho dovuto fare 8 ricorsi per 8 infusioni e me lo sono potuto permettere perchè sono un avvocato, ma altre famiglie sono rimaste indietro”;

la richiesta è quindi quella di permettere a tutti i malati, soprattutto ai bambini di accedere alle cure, che hanno portato miglioramenti nel piccolo

Federico.



Ultimo aggiornamento: 16:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA