Fano, spaccia hashish ai ragazzini: diciottenne patteggia un anno

Il Tribunale di Pesaro
Il Tribunale di Pesaro
di Luigi Benelli
3 Minuti di Lettura
Venerdì 7 Ottobre 2022, 02:35 - Ultimo aggiornamento: 19:09

FANO - Hanno aspettato che il cliente uscisse per controllarlo e confermare i sospetti. I carabinieri della compagnia di Fano hanno effettuato un appostamento sotto casa di colui che ritenevano un possibile pusher attivo nella piazza fanese, riferimento dei giovanissimi. 

Così quando è uscito il ragazzo, lo hanno fermato e gli hanno trovato in tasca poco meno di un grammo di hashish. Nonostante la modica quantità, per i militari era abbastanza per poter intervenire e controllare l’abitazione di un 18enne residente nella zona di Sant’Orso. Un ragazzo che i carabinieri stavano attenzionando da giorni e su cui nutrivano vari sospetti. Una volta entrati, nascosti dentro il borsello, hanno trovato circa 50 grammi di hashish. Del portafoglio c’erano anche 30 euro di cui dieci appena incassati per la cessione del pezzo di fumo. Così i carabinieri hanno arrestato il 18enne per detenzione di sostanze stupefacente ai fini di spaccio. Si tratta di un ragazzo italiano del posto, disoccupato dopo aver lavorato durante la stagione estiva. Il giovane appena uscito da casa con il piccolo pezzo di hashish ha confermato di aver comprato più volte la droga dal diciottenne. Ieri mattina il ragazzo è stato portato davanti al giudice per la direttissima. 

Difeso dagli avvocati Marco Defendini e Monica Nicolini, il diciottenne ha provato a dire che la droga era per uso personale. Ma con scarsi esiti. Visti gli elementi raccolti dagli inquirenti, il legale ha optato per la richiesta di un patteggiamento. Il giovane è stato quindi condannato a un anno di reclusione con pena sospesa. Le indagini sono ancora in corso per capire quali fossero i canali di approvvigionamento. Sono stati infatti sequestrati due cellulari, elementi utili per capire la possibile rete di clienti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA