Parcheggio, ma quanto mi costi? La mappa del tesoro del Comune: dal centro a 1,20 all’ora fino a 0,80 centesimi

Lunedì 17 Gennaio 2022 di Massimo Foghetti
La sosta a pagamento a Fano sta diventando una vera tassa

FANO - Parcheggio quanto mi costi. Per chi risiede in periferia o nelle frazioni dell’entroterra, deve recarsi in centro storico a Fano per lavoro non potendo rinunciare all’uso dell’auto, il prezzo della sosta è diventato un onere non poco pesante, in quanto si aggiunge a tutti gli aumenti che si sono verificati in questo inizio dell’anno, a partire dai carburanti, incluso quello del metano letteralmente raddoppiato, per comprendere anche delle bollette e dei generi di prima necessità.

 

Una gabella alla quale difficilmente si può scampare visto che i parcheggi liberi sia in centro che nelle zone limitrofe si sono assottigliati di molto e quelli disponibili si riempiono in un battibaleno; né quelli a disco orario possono salvare la situazione in quanto l’orario di lavoro in cui è divisa la giornata supera abbondantemente il limite imposto. Difficilmente infatti si può sfuggire ai controlli effettuati dagli accertatori della sosta (personale alle dipendenze di Aset dotato della qualifica di pubblico ufficiale) che con il loro operato hanno consentito ai vigili urbani di dedicarsi maggiormente al controllo del territorio. 

I numeri
Il costo dei parcheggi a pagamento non è tutto uguale per tutte le zone della città. I più costosi si trovano all’interno della città murata, dove nel complesso si trovano 127 posti macchina occupabili a 1,20 euro all’ora. Questi ultimi si trovano: in via e piazza Avveduti, nel piazza Marconi e in piazza Andrea Costa, solo però nelle ore pomeridiane, in quanto nella mattinata lo spazio è occupato in gran parte dalle bancarelle del mercato. Anche se ugualmente non poco appetibili, cala di poco il prezzo per gli stalli che si trovano nel perimetro cittadino.

Si paga infatti 1,10 euro all’ora per i parcheggi di via Mura Malatestiane, dove per altro si trova il comando della Polizia Locale, di via e piazzale Montevecchio, di via Cavour, di piazzale XXIV Maggio (ex caserma Montecchio), di piazzale Malatesta di fronte alla rocca malatestiana per un totale di 254 posti. Un solo euro all’ora invece è il costo per la sosta nei vialetti laterali di viale Gramsci, in via Cavallotti e in viale Buozzi, mentre il costo si riduce ancora a 0,80 centesimi nelle aree di sosta di viale Vittorio Veneto, via Roma, via Abbazia, viale Kennedy per un totale di 149 posti. 

Il sotterraneo
In via Roma esiste anche un parcheggio sotterraneo che costituisce una buona soluzione ai bisogni di sosta dei privati e aziende che possono detrarre l’Iva dai costi delle tariffe. Qui sono disponibili 77 posti accessibili solo con abbonamento. Per un mese il parcheggio costa 30 euro, per 3 mesi 90 euro, per 6 mesi 180 euro, annuale 365 euro.

A queste cifre occorre aggiungere un deposito cauzionale di 37 euro per ricevere in consegna il telecomando per l’apertura del cancello carrabile e 8 euro per il trasponder di apertura del cancello pedonale. La scorsa stagione sono stati resi a pagamento anche i parcheggi stagionali del Lido e della Sassonia, in entrambi è stata applicata la tariffa massima di 1,20 euro all’ora, con tariffe speciale per più ore: 3,60 euro per 4 ore e 8 euro per 8 ore. 


Al Lido sono stati posti a pagamento i parcheggi di viale Cairoli, via Spontini e piazzale Amendola un totale di 113 posti; In Sassonia quelli di viale Adriatico, piazzale Rastatt, piazzale Biologia Marina, piazzale Mercato Ittico, via Nazario Sauro, largo della lanterna, per un totale di 186 posti. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA