I ladri fashion in trasferta dalla Romagna presi con occhiali Gucci per migliaia di euro

Giovedì 13 Agosto 2020 di Gianluca Murgia

FANO - Uno teneva occupato il commesso, l’altro asportava occhiali da vista griffati e li sostituiva con altri di poco valore. Una mossa repentina, scaltra, eseguita in concerto al collega finto bisogno di verifiche alla vista. Il personale del Commissariato di Fano ha arrestato due cittadini rumeni per furto aggravato, in concorso, di sette paia di occhiali marca “Gucci” per un valore commerciale di 1500 euro. 

LEGGI ANCHE:
La Finanza di Ascoli sequestra 50mila mascherine irregolari prese in Cina e Brasile

Coronavirus, ancora allarme per i contagi di rientro: 11 nuovi positivi nelle Marche/ I tamponi in tutta Italia

L’operazione è stata il frutto di un’intensificazione dei controlli del territorio disposta dal dirigente per il contrasto ai reati predatori. Da giorni, le donne e gli uomini del Commissariato avevano attenzionato una vettura sospetta con due persone a bordo che si aggirava nei dintorni del Fano Center, che in questi giorni raccoglie una grande quantità di persone, molte delle quali turisti.
 
In particolare, alle 13.50, mentre uno dei due distraeva il commesso dell’ottica “GrandVision Italy” con la scusa di una visita optometrica, il complice si avventava sugli occhiali in esposizione rimuovendo con perizia l’antitaccheggio mediante un taglia-cuticole, uno di quelli che comunemente si utilizzano per fare la manicure. 
Dopo averli occultati sulla persona li sostituiva con altri occhiali di scarso valore. L’azione si esauriva in 20 minuti ed entrambi i soggetti guadagnavano l’uscita nascondendo la refurtiva in un vano ricavato sotto il sedile lato passeggero. La coppia si dava alla repentina fuga con direzione nord, ma due auto del Commissariato di Fano, d’intesa con due auto della Polizia Autostradale ADL, li raggiungevano e li bloccavano - dopo un inseguimento durato 7 minuti - nei pressi del varco autostradale A/14.
I due - uno dei quali risultato poi con diversi alias e numerosi precedenti specifici per reati contro il patrimonio - sono risultati entrambi residenti nel territorio riminese. La trasferta nelle Marche è andata male. Nella giornata di ieri è stato convalidato l’arresto nel processo per direttissima.
La Divisione Anticrimine della Questura di Pesaro ha provveduto ad emettere nei confronti dei due rumeni i fogli di via con divieto di ritorno nel Comune di Fano per tre anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA