Scoppia l'incendio in pizzeria, i vigili del fuoco sgomberano anche gli appartamenti

Scoppia l'incendio in pizzeria, i vigili del fuoco sgomberano anche gli appartamenti
Scoppia l'incendio in pizzeria, i vigili del fuoco sgomberano anche gli appartamenti
di Massimo Foghetti
3 Minuti di Lettura
Giovedì 5 Novembre 2020, 09:21

FANO - Le scintille scaturite da un motorino di aspirazione della canna fumaria hanno provocato un incendio che nella serata di ieri, alle 19.15, ha provocato danni alla pizzeria “Pizza e Capricci” che si trova alle porte del centro storico di Fano, in viale Primo Maggio angolo via Gandiglio.

LEGGI ANCHE:

Marche, due settimane per la frenata Covid: ma in primavera è servito un mese di lockdown

Solo ad Ascoli già 800 positivi: contagiato un altro primario

Il surriscaldamento della ventola sovrastante il forno elettrico ha esteso le fiamme che hanno corso il rischio di propagarsi a tutto lo stabile. 

Tutto si è svolto molto rapidamente, ma grazie al pronto intervento dei proprietari che hanno fatto ricorso agli estintori in dotazione e soprattutto al pronto intervento dei vigili del fuoco, i danni sono stati contenuti. Per non correre rischi, e al fine di ripristinare tutte le condizioni di sicurezza i vigili, che sono intervenuti con la scala mobile e altri due mezzi tecnici, hanno fatto sgomberare i due piani soprastanti la pizzeria, che sono stati rioccupati a interventi ultimato. Per fortuna non ci sono stati feriti. Particolarmente danneggiato, anche per l’uso degli estintori, è stato il materiale d’uso dell’esercizio. Una volta domato l’incendio, le squadre di soccorso hanno compiuto tutti gli accertamenti necessari, ma non è stato riscontrato nessun danno strutturale alle parti portanti dello stabile. Sul posto è intervenuta anche una pattuglia della Polizia Locale. La pizzeria si affaccia su viale rimo Maggio che costituisce un tratto urbano della statale Adriatica, quindi il traffico di attraversamento unito a quello cittadino, è piuttosto intenso. I vigili urbani sono intervenuti soprattutto per garantire ampia libertà di manovra agli uomini e ai mezzi delle squadre di soccorso che con la loro mole hanno occupato gran parte della carreggiata. L’incendio, data la posizione del locale nel contesto urbano e rispetto al traffico in entrata e in uscita dalla città, ha destato grande attenzione, ma alla fine tutto si è risolto con conseguenze molto limitate. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA