Fano, distratta dal cellulare tampona
un caravan: auto a fuoco, salvata

Mercoledì 14 Agosto 2019 di Jacopo Zuccari

MAROTTA - Distratta dal cellulare mentre guida tampona un caravan e viene estratta da uno dei tamponati poco prima che la sua auto vada a fuoco. Può dirsi miracolata, o comunque graziata dalla sorte, una 22enne di Ancona rimasta coinvolta in un pauroso incidente accaduto nella notte tra lunedì e martedì sulla corsia sud dell’A14 tra Marotta e Senigallia.

Camion tampona un'auto: bimbo di 6 anni in prognosi riservata

La giovane intorno alle 3 stava rientrando da Rimini quando si è schiantata con la sua Ford Focus contro un camper caravan Peugeot con a bordo una comitiva di giovani partiti per le vacanze in Salento.
 
La ragazza era al cellulare quando ha perso il controllo: nello scontro, a parte qualche escoriazione dovuta all’apertura dell’airbag, è rimasta praticamente illesa, ma le conseguenze sarebbero state ben più drammatiche se uno dei ragazzi tamponati non fosse andato in suo soccorso portandola via di peso dall’abitacolo poco prima che l’auto, alimentata a gas, andasse a fuoco. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia autostradale di Fano, i vigili del fuoco e la Potes di Marotta. Paura a parte la ragazza già ieri mattina era stata dimessa dall’ospedale di Senigallia dove era stata trasportata per accertamenti. Tutti illesi i quattro ragazzi, originari di Erba, in Lombardia, tra i 24 e i 29 anni. Nell’incidente non sono rimasti coinvolti altri veicoli. E forse una mancata precedenza è stata all’origine di un precedente schianto avvenuto poche ore prima nella serata di lunedì a Marottav tra un’auto e uno scooter lungo la statale 16 Adriatica in corrispondenza del bivio per il sottopasso di via Togliatti. Per cause in corso di accertamento da parte della polizia locale di Mondolfo, lo scooterista, un 35enne originario della provincia di Foggia e residente a Marotta ha riportato un trauma facciale dopo essersi scontrato con un’auto intenta a compiere una svolta verso il sottopasso. Le condizioni del 35enne sono apparse fortunatamente non gravi anche se non sono mancati i traumi al setto nasale e agli arti inferiori. E’ stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Fano dalla Potes di Marotta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA