Fano, periferia passata al setaccio. Due arresti e una segnalazione

Venerdì 14 Febbraio 2020
Controlli della polizia
FANO - Sono finiti nella rete dei controlli organizzati dalla polizia nelle frazioni lungo la strada Flaminia: arrestati due fanesi, entrambi sulla quarantina, che avevano pendenze con la legge. Un immigrato di origine asiatica è stato invece segnalato alla refettura come assuntore di sostanze stupefacenti, perché aveva con sé qualche grammo di hashish. Nei primi tre giorni di questa settimana i poliziotti in servizio al commissariato di Fano hanno pattugliato Rosciano, Bellocchi, Cuccurano e Carrara, controllando 180 persone e 72 veicoli.

LEGGI ANCHE: Montecalvo, con ruspa e camion assalto al self service della Tamoil

È stato impegnato personale in uniforme, su automobili di ordinanza, insieme con agenti in abiti civili su mezzi civetta. Predisposti posti di blocco lungo la strada Flaminia, effettuate perlustrazioni in particolare nelle aree verdi. Dei due fanesi, uno  era inseguito da un ordine di carcerazione, emesso dalla magistratura pesarese, dovendo scontare la condanna a un anno e quattro mesi di reclusione per i reati di lesione, minaccia e discriminazione razziale. L’episodio in questione risale al 2015 e avvenne a Fano all’interno di un esercizio pubblico: il quarantenne arrestato dalla polizia fu convolto in un violento alterco con due avventori di origini nordafricane.
Nel secondo caso le pattuglie del commissariato locale sono intervenute per portare in carcere un altro fanese sulla quarantina, dopo che l’ufficio di sorveglianza ad Ancona aveva emesso nei suoi confronti un decreto per sospendere l’efficacia di una precedente misura alternativa. La persona in questione, spiega il commissariato fanese, è accusata di bancarotta. 

LEGGI ANCHE: Pesaro, medico del 118 salva un 57enne in overdose di eroina © RIPRODUZIONE RISERVATA