E' assente alla messa in suffragio per la moglie, scatta l'allarme: trovato morto in casa

Lunedì 2 Dicembre 2019
Pattuglie della polizia
FANO «Adesso mi chiudo in casa senza rispondere a nessuno. E se mia moglie mi chiama la raggiungo». In questo modo ha deciso di interrompere la sua vita Giuseppe, 79 anni, rimasto improvvisamente solo una settimana fa a causa della morte della compagna per infarto. Quelle parole le aveva rivolte ai suoi vicini di casa, i quali si sono allarmati quando sabato scorso si sono ritrovati nella chiesa dei Santi Pietro e Andrea, nella frazione di Fenile, per la messa in suffragio di Maria, anch’ella 79enne, a sette giorni della sua scomparsa, e non hanno incontrato Giuseppe.
 
Dopo la funzione religiosa, i vicini hanno cercato l’uomo a casa ma non ricevendo risposte hanno chiamato il 113; la pattuglia della volante è intervenuta facendosi assistere dai vigili del fuoco per entrare nell’abitazione, dove purtroppo i timori si rivelati una tragica realtà: il 79enne è stato trovato senza vita, intorno alle 22 di sabato. Il decesso risaliva a qualche giorno addietro, la morte era sopraggiunta per emorragia in seguito al taglio delle vene. La scoperta del cadavere ha suscitato forte impressione nella comunità di Fenile, dove la coppia era arrivata da qualche anno ed era stata ben accolta. Si era inserita nella vita parrocchiale, partecipando anche al pellegrinaggio del 2017 a Fatima per il centenario. Un amore quello tra Giuseppe e Maria troppo forte per sopportare lo strappo della morte. Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre, 09:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA