L'editore e direttore Ferri lascia Fano Tv: passione finita. Ecco chi sono i soggetti che rilevano l'emittente regionale

L'editore e direttore Ferri lascia Fano Tv: passione finita. Ecco chi sono i soggetti che rilevano l'emittente regionale
L'editore e direttore Ferri lascia Fano Tv: passione finita. Ecco chi sono i soggetti che rilevano l'emittente regionale
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 7 Settembre 2022, 05:10 - Ultimo aggiornamento: 11:35

FANO - Marco Ferri, editore e direttore responsabile di Fano Tv, lascia l’emittente televisiva regionale di ispirazione cattolica, che fondò nel 2005. L’esperienza editoriale viene rilevata da un gruppo di soggetti dell'imprenditoria, dell’associazionismo e del volontariato locali. Si tratta di Gino Bartolucci, Stefania Bernabucci, Michele Brocchini, Saverio Olivi, Arido Severi, Michele Sorce, Roberto Taus e Giancarlo Torcoletti. 

Post su Fb e intervista

L’annuncio a sorpresa l'ha dato ieri pomeriggio Marco Ferri attraverso i canali social della tv - che ha sede a Fano, in via Paolo Borsellino 4 - e ne ha successivamente spiegato le motivazioni in un’intervista andata in onda ieri sera dopo il telegiornale di Fano Tv. Marco Ferri, che si è dedicato alla televisione dopo esperienze professionali nell’emittenza radiofonica locale e a Mediaset, seguirà un percorso personale legato alla sua ispirazione religiosa, che lo porterà a occuparsi di altro rispetto al giornalismo.

«Tutte le favole, anche le più belle, prima o poi finiscono - ha scritto Ferri sulla pagina Facebook di Occhio alla notizia -. Così anche per me, ormai giunto all’età di cinquant’anni, è arrivato il momento di voltare pagina. Ho deciso di lasciare Fano Tv dopo quasi 17 anni di attività. Una decisione sofferta, dolorosa ma pienamente consapevole. Il motivo è strettamente personale, ma lo potrei sintetizzare in una frase: il fuoco si è spento. Ovvero sono finiti gli stimoli, la passione. A nulla sono valsi i tentativi di recuperarli».

Nell’intervista televisiva il giornalista ha aggiunto che «la decisione è stata anche lunga. Durata almeno tre anni, nei quali ho riflettuto, sperato, pianto e pregato molto. Ma niente, i miei interessi erano finiti altrove». 

«Persone capaci e serie»

Riguardo alla televisione, Marco Ferri ha dichiarato di aver ricercato «persone capaci, serie e in grado di garantire un futuro prospero all’emittente. E alla fine sono arrivate. Persone di cui ho molta stima e che hanno fatto molto per la città. Sono uomini e donne attivi nel mondo dell’associazionismo locale. Ognuna di esse ha un forte radicamento nel territorio e ha dimostrato di voler bene alla città e a chi ci vive». 

Per sé stesso, Ferri ha affermato che farà il consulente esterno dell’emittente per il periodo necessario al passaggio della gestione, manterrà la tessera dell’Ordine dei giornalisti ma non eserciterà la professione «così come ho fatto in questi 17 anni». Ha escluso che si dedicherà alla politica.

«Il mio tempo lo investirò altrove, là dove ho posto il mio cuore da alcuni anni e dove sono convinto si trovi anche il mio Tesoro - ha evidenziato, alludendo a un passo del Vangelo di Matteo -. Ed è ciò che mi ha convinto a lasciare tutto. Mi dedicherò allo studio della Sacra Scrittura, la Parola di Dio e alla preghiera». 

«Progetto serio e rigoroso»

Attraverso un comunicato dello studio legale di Franco Magnanelli, i nuovi gestori assicurano di lavorare a un progetto ancora in itinere «serio e rigoroso», a tutela anche dei dipendenti e dei collaboratori dell’emittente, per «far sì che Fano Tv diventi ancor più la voce e l’immagine di tutti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA