Pericolo all'ex hotel Europa per il crollo di lastre di vetro. Nella zona anche il mercato

Martedì 24 Novembre 2020 di Jacopo Zuccari
I vigili del fuoco davanti all'ex hotel Europa dopo il crollo di lastre di vetro

MAROTTA «L’area dell’ex hotel Europa è una zona esposta al vento. La bora è una normalità d’inverno, anzi il fatto che si sia staccato qualcosa dallo stabile quasi non dovrebbe sorprendere. Ma è mancata l’accortezza di fare le opportune verifiche». Il consigliere comunale di minoranza Massimiliano Lucchetti ha depositato un’interrogazione urgente per verificare lo stato di sicurezza e manutentivo dell’ex struttura alberghiera realizzata fra viale Carducci, via Spontini e il lungomare Cristoforo Colombo.

Allarme sabato mattina
Sabato mattina è scattata l’emergenza sicurezza con il blocco del traffico e l’intervento dei vigili del fuoco di Fano per un distacco di vetri dalle finestre. Nella stessa zona in cui settimanalmente si tiene il mercato pubblico dei venditori ambulanti nella giornata di mercoledì. L’immobile era stato messo in vendita nel 2010. Sulla sommità dell’ex hotel sono state fatte installare antenne per la telefonia. Fa notare Lucchetti: «Il fatto della caduta dei frammenti ha suscitato forte preoccupazione fra i cittadini per la potenziale situazione di pericolo venutasi a creare. Spetta alla proprietà dell’ex hotel Europa garantire la regolare manutenzione dell’edificio allo stato dell’arte. Spetta invece all’autorità pubblica sorvegliare lo stato di manutenzione dell’immobile per evitare situazioni di grave rischio all’incolumità dei cittadini ed alla proprietà pubblica e privata».

Sabato mattina, nonostante la giornata di forte vento ma ampiamente soleggiata, i runner che scelgono il lungomare come area per fare sport all’aria aperta si erano accorti della caduta dei vetri dall’ex hotel. Nell’interrogazione Lucchetti lancia un appello: «L’edificio è stato costruito da oltre 40 anni ed è da diverso tempo chiuso al pubblico. Aggiungo inoltre che confina con tre strade pubbliche percorse da pedoni, ciclisti e automobilisti. Confina con Villa Valentina, di proprietà del Comune di Mondolfo, dove trovano sede gli uffici della Casa del turismo, è sede di associazioni e della locale Capitaneria di porto. Chiedo al sindaco e al Comune – prosegue Lucchetti – di verificare la situazione statica e manutentiva odierna ai sensi dell’articolo 34 del regolamento di polizia urbana. Sulla base della documentazione depositata agli atti, gli uffici comunali preposti possono inoltre esaminare che tipo di lavoro sono stati svolti così come il rispetto dei requisiti delle normative antisismiche». 

La Casa della salute
Lucchetti ha depositato anche una mozione che sarà discussa nel prossimo consiglio comunale (convocato venerdì prossimo alle 18,30), sulla riattivazione del servizio vaccinazioni presso la Casa della Salute “Bartolini”. «Dal 19 marzo è stato sospeso il servizio di vaccinazione per adulti e bambini alla Casa della salute di Mondolfo essendo tutto il personale allora impegnato in reparti Covid. Il regolare svolgimento delle vaccinazioni è importantissimo per la popolazione. La campagna di vaccinazione antinfluenzale autunnale – conclude il consigliere Lucchetti - è di massima importanza soprattutto in queste settimane».

© RIPRODUZIONE RISERVATA