Vaccini a tutti i lavoratori del turismo in Emilia Romagna. Così Gabicce, Gradara e Pesaro rischiano il contraccolpo

Domenica 23 Maggio 2021 di Gianluca Murgia
Un cameriera con la mascherina. Foto generica tratta dal Web

GABICCE - La cartolina dalla Romagna, intanto, è arrivata e si legge molto bene: questa estate venite qui e passate una vacanza covid free. E questo maxi spot, per i vicini di casa delle Marche, a partire da Gabicce, è in prospettiva un colpo che ustiona.

 

L’Emilia Romagna è la prima regione d’Italia a mettere nero su bianco questa operazione: vaccinare tutti i lavoratori del turismo, circa 40mila, a partire dal 7 giugno. Il sindaco di Gabicce Domenico Pascuzzi, non a caso, 15 giorni fa, intervistato dal Corriere, lo aveva fortemente auspicato per le Marche anche in virtù, nell’ottica locale, dell’apertura dell’Hub vaccinale nella vicina Gradara. Invece, nulla: nelle Marche, per ora, si continuerà sostanzialmente per fasce d’età (i caregiver si dovrebbero esaurire entro fine mese). Gabicce aspetta, la Romagna con questa accelerata intanto lancia messaggi ai turisti (anche oltre confine), anche se poi bisognerà vedere quanti lavoratori del turismo sceglieranno effettivamente di aderire alla vaccinazione e sarà curioso capire quanto conteranno le “pressioni” dei datori di lavoro sugli stagionali che, peraltro, spesso sono under 30 e in molti casi provengono proprio dalle Marche. E chi non vorrà vaccinarsi non potrà lavorare? E se un albergo cerca un cameriere a metà stagione? Dubbi che saranno sciolti, immaginiamo, nelle prossime ore. Anche perché le strutture ricettive interessate saranno circa 6.000 tra stabilimenti balneari e termali, degli alberghi, di campeggi e villaggi turistici, marina resort e parchi tematici. In cima alla lista dovrebbero esserci i titolari e i dipendenti degli stabilimenti balneari. Certo è che se a nord del Tavollo dovesse passare anche la possibilità di vaccinare i turisti (c’è già un accordo per i vacanzieri emiliani che scenderanno in Romagna), la scottatura per Gabicce ma anche Gradara e Pesaro, sarebbe pesante.

 

Ultimo aggiornamento: 17:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA