La Notte Bianca si farà, ma cambiano gli organizzatori: «Nel nostro evento distanziamento impossibile»

Mercoledì 8 Luglio 2020 di Luca Senesi
Vallefoglia, la Notte Bianca si farà, ma cambiano gli organizzatori: «Nel nostro evento distanziamento impossibile»

VALLEFOGLIA - La Notte bianca di Vallefoglia che si svolgerà quest’anno non sarà come quella degli anni passati. Facile dirlo, c’è stato il Covid-19 e sarà organizzata in modo diverso ovviamente. Ma c’è di più. Non è solo il “come” verrà organizzato che cambierà ma anche il “chi”. Infatti l’associazione Day and Night eventi di Vallefoglia, ideatrice e proprietaria del marchio “Whitenight - la Notte bianca di Vallefoglia” che ha realizzato tutte le edizioni precedenti, specifica che questo tipo di evento non si svolgerà quest’anno e così nemmeno la gara podistica altro evento con il suo marchio.

LEGGI ANCHE:
Marche senza morti di Coronavirus: oggi è il ventiduesimo giorno di fila/ Il contagio nelle regoni in tempo reale

Almeno 250 dosi di eroina spacciate all'Hotel House: pakistano in manette


«Eventuali feste organizzate dal Comune che richiamino alla Notte bianca, non appartengono al circuito Whitenight e non siamo noi ad organizzarle» precisano.
Gli organizzatori della Day & night life events sono stati contattati dall’amministrazione comunale come ogni anno ma gli stessi avevano già deciso che, viste le ordinanze e le condizioni anti Covid, non si sarebbero messi al lavoro su nessun tipo di evento compreso la “Whitenight”.
 
«Sì l’Amministrazione ci ha contattati ma da subito abbiamo detto che quest’anno per noi non ci sono le condizioni per realizzare un evento come il nostro in sicurezza – spiega Giovanni Mengarelli della Day & night life events – il nostro format di Notte Bianca si basa sulla moltitudine di eventi e sui bus che percorrono avanti e indietro le location con tante tappe da Morciola a Montecchio e viceversa. Di fatto gli assembramenti di persone sono il Dna della “Whitenight” e se questi sono vietati non possiamo trovare alternative».
Oltre al rischio di creare focolai per il contagio gli organizzatori e gli esercenti potrebbero anche rischiare multe salate in caso di violazione delle norme. «Abbiamo visto a Pesaro in viale Trieste cos’è successo in un qualsiasi weekend estivo, si rischiano multe e sanzioni e poi se un domani si scopre che un focolaio si è sviluppato durante una festa in un luogo ben definito si rischiano anche conseguenti panali». 
Situazioni e regole che Mengarelli conosce bene poiché titolare proprio di un locale il Sottopasso Lounge di Bottega.
«Per mia fortuna avendo a disposizioni ampi spazi ho potuto rispettare abbastanza facilmente le norme di distanziamento creando i percorsi obbligati di entrata e uscita ma ogni serata o evento è su prenotazione pertanto con un numero ben conosciuto di persone che possono partecipare». 
Difficile il contingentamento
E’ facile capire che in un evento come la Whitenight fatta fino allo scorso anno stabilire un numero massimo di partecipanti è impossibile. L’associazione Day & Night life events conclude ricordando che «fino a quando le norme non cambieranno sospenderemo tutti i nostri eventi». Vedremo dunque quest’anno chi organizzerà e che tipo di caratterizzazione avrà la Notte Bianca che comunque è prevista nel cartellone degli eventi dell’Amministrazione comunale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA