Vaccini per l'influenza nelle zone Drive Test Covid: ecco il piano dell'Area Vasta

Vaccini per l'influenza nelle zone Drive Test Covid: ecco il piano dell'Area Vasta
Vaccini per l'influenza nelle zone Drive Test Covid: ecco il piano dell'Area Vasta
di Letizia Francesconi
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 9 Settembre 2020, 10:08

PESARO - Campagna vaccinale antinfluenzale, il via entro la prima settimana di ottobre con l’Area Vasta 1 pronta a sperimentare il modello drive test in vista di un aumento delle richieste e come supporto ai medici di base.

LEGGI ANCHE:
Coronavirus, effetto vacanze sui contagi nelle Marche: ad agosto Ascoli ha più casi di Ancona

La ripartenza nelle scuole superiori: Agrario chiuso il sabato, lo Scientifico si divide


A fare il punto sulla campagna dei vaccini per l'influenza è il dottor Augusto Liverani, dirigente medico di Igiene e Sanità Pubblica dell’Asur Area Vasta 1, chiamato per un confronto aperto lunedì sera, nella sede della Croce Rossa di Pesaro. Un evento unico, al momento, vis à vis, in cui si è discusso di Covid e non solo alla presenza di operatori sanitari dell’Area Vasta 1 e sindacalisti (con Dalibor Cvejic relatore). 
 
Nuove modalità

«E’ stata inoltrata una prima richiesta alla Direzione sanitaria Asur – è entrato nel merito il dottor Liverani – per attivare la procedura di una vaccinazione di massa antinfluenzale sul territorio, tramite punti drive test già utilizzati per i tamponi. Rispetto alla campagna vaccinale pre-Covid da quest’anno l’antinfluenzale allarga la platea ed è gratuito per i più piccoli da sei mesi a sei anni e per i soggetti dai 60 ai 64 anni, oltre alle donne in gravidanza. Prima di attivare i punti drive vaccinali, dovremo chiedere preventivamente il parere alla direzione medica tecnica. Si cerca il più possibile di anticipare i tempi del vaccino influenzale, per evitare un surplus di richieste, che potrebbero mettere i medici di medicina generale in difficoltà. Per fare questo dovremo garantire una più ampia e prolungata apertura dei nostri centri vaccinali e laddove non è possibile, si ricorrerà appunto interventi vaccinali di massa. Più in generale l’avvio della campagna antinfluenzale è prevista intorno al 2 ottobre. Nell’ipotesi di attivazione dei punti drive anche per i vaccini, si dovranno individuare delle aree ad hoc e alcune le proporremo alla direzione medica». I numeri: sono state già ordinate, 94 mila dosi di vaccino antinfluenzale per il territorio contro le 60 mila dello scorso anno. La percezione dei sanitari dei tre Distretti di Pesaro, Fano e Urbino è un aumento della platea che si sottoporrà all’antinfluenzale con la conseguenza, che i medici di base non riusciranno a farsi carico di tutti i soggetti anche per le nuove fasce di età, indicate dalle linee guida ministeriali.
Il quantitativo
Il quantitativo di dosi da consegnare a ciascun ambulatorio medico sul territorio, corrisponde allo storico più il 20 per cento del fabbisogno, stessa percentuale aggiuntiva sarà destinata anche ai centri vaccinal del Dipartimento di prevenzione, da via Nanterre a Pesaro, alla sede di Montecchio. La consegna dei vaccini è prevista per l’ultima settimana di settembre nei punti del servizio farmaceutico di Pesaro, Fano, farmacia ospedaliera di Urbino e ospedale di Fossombrone, e l’arrivo delle dosi sarà a step suddiviso in tre tranche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA