Pesaro, strutture per la Fase 2 anche nella spiaggia libera: docce, capanni e food truck

Venerdì 15 Maggio 2020 di Ltizia Francesconi
Pesaro, strutture per la Fase 2 anche nella spiaggia libera: docce, capanni e food truck

PESARO - Nuova organizzazione per questa estate particolare, anche per le spiagge libere soggette, seppure in forme diverse rispetto agli arenili in concessione, agli obblighi sul distanziamento sociale. Primo incontro ieri fra il sindaco Ricci e gli assessori ad Attività Economiche, Turismo-Patrimonio e Ambiente per regolamentare i tratti demaniali di spiaggia. L’idea è dotare anche gli arenili liberi dei servizi di base per una fruizione in sicurezza, e con una cartellonistica dedicata rivolta a bagnanti e turisti, che riusciranno ad arrivare nella nostra città. 

LEGGI ANCHE:
Coronavirus, scendono i tamponi, i nuovi positivi sono 16. Nelle Marche 6.619 contagiati/ I test effettuati in tutta Italia in tempo reale

Aiuti Covid, bazooka da 200 milioni nelle Marche, basterà l'autocertificazione per famiglie e imprese

Si parte da una considerazione inevitabile con l’apertura della stagione balneare dal 29 maggio. L’obbligo di distanziamento nelle spiagge in concessione, potrebbe infatti portare molti più pesaresi a scegliere gli ampi tratti di arenile libero di Pesaro. Raggiunta per questo l’intesa per dotare l’arenile di nuovi servizi rivolti anche ai turisti che sceglieranno, Baia Flaminia, Sottomonte o altre calette. Doccia, qualche capanno e anche i food truck.
 
Ci sarà una doccia gratuita ma non calda. Saranno realizzati anche box in legno, dove sistemare ombrelloni o piccole sdraio. Un riparo dell’attrezzatura da mare per favorire anche i bagnanti che dall’entroterra raggiungono per esempio l’arenile libero di Sottomonte, ed evitare che il giorno successivo si portino di nuovo con sé ombrelloni e quant’altro. Ma anche i Food Truck per la ristorazione.
Tutte strutture removibili ed ecosostenibili, precisa l’Amministrazione, montate anche su due ruote, sfruttando proprio la ciclabile del lungomare e della Baia. Nessun tratto libero, per intenderci sarà cementificato. 
Nuovo bando
Uscirà nei primi giorni della prossima settimana il bando comunale aperto per individuare anche quei soggetti, ristoratori, professionisti del settore o anche gli stessi bagnini, per effettuare il cosiddetto servizio di Food truck da portare in alcuni punti dell’arenile libero. Un servizio cioè di piccolo ristoro per i bagnanti che non usufruiscono per scelta o per la distanza dalle spiagge in concessione, del servizio bar e ristorante. 
Le vivande
Servizio questo, che solitamente si fa a bordo di un piccolo mezzo, letteralmente un chiosco-furgone mobile, che sosterà nell’area libera di Baia Flaminia in prossimità del Campo di Marte ed ancora nel tratto libero alle spalle di Villa Marina, che fra l’altro, per questa estate non potrà ospitare il “sunset beach island” con i giochi in acqua. Fra gli altri punti da attrezzare il tratto terminale del lungomare di Levante, dove ci sono piccoli tratti di arenile libero, e ancora il tratto all’altezza del sottopasso “I Gelsi” a Sottomonte, una porzione di spiaggia questa di per sé non troppo estesa, ma particolarmente frequentata per la vicinanza agli stabilimenti, infine, l’arenile di Sottomonte con altre due piazzole attrezzate. L’obiettivo dell’Amministrazione resta comunque garantire un accesso libero all’arenile ma più sicuro, perché non ci siano bagnanti ed utenti di serie A e di serie B.

© RIPRODUZIONE RISERVATA