Lo screening Covid si allarga: lettere al personale di asili nido e scuole d'infanzia

Pesaro, lo screening Covid si allarga: lettere al personale di asili nido e scuole d'infanzia
Pesaro, lo screening Covid si allarga: lettere al personale di asili nido e scuole d'infanzia
di Letizi Francesconi
3 Minuti di Lettura
Martedì 2 Febbraio 2021, 06:25

PESARO - Scuole sicure: lo screening del Comune si allarga e domani interesserà anche il personale di asili nido e scuole dell’infanzia nella fascia tra 0 e 6 anni con educatrici, insegnanti, ausiliari e cuochi. L’appuntamento è dalle 16 alle 17.30 alla palestra dell’istituto Bramante-Genga.

Coinvolti, in totale, i dipendenti comunali e quelli delle cooperative di 13 nidi e 13 scuole d’infanzia. Ieri è stata inviata la lettera informativa ai 345 dipendenti (di cui 130 educatori): educatori, ausiliari e cuochi dei nidi, personale insegnante, educativo, operatori scolastici delle scuole d’infanzia; personale del coordinamento pedagogico del Comune. Dipendenti comunali e delle cooperative che gestiscono il servizio e che potranno fare, volontariamente, il tampone rapido gratuito.

  

Scuole superiori

Tra l’altro oggi e domani proseguirà anche lo screening a studenti e professori delle scuole superiori: oggi al Campus, Santa Marta e Mengaroni, domani ancora al Campus, e anche al Cecchi e Mengaroni. Accolta dall’Amministrazione anche la richiesta avanzata dalle parti sociali: verranno infatti coinvolti anche chi lavora alle dirette dipendenze delle cooperative di servizi. «La delegazione trattante di parte pubblica, venerdì, aveva anticipato alle parti sociali che l’Amministrazione si sarebbe fatta carico delle loro richieste» sottolineano l’assessore con delega ai Servizi educativi Giuliana Ceccarelli e l’assessore con delega al Personale e alla Salute e amministrazione Mila Della Dora. «La fornitura di test a nostra disposizione c’è, oltre le 4500 unità fornite dalla municipalizzata Aspes, così come le professionalità sanitarie già coinvolte – aggiungono – questo ci consentirà in modo graduale di mappare anche altri dipendenti più a stretto contatto con il pubblico, in particolare con i bambini, a seguire poi gli operatori di servizi anagrafe e demografici». 

La richiesta

C’è poi la politica con i consiglieri regionali democratici Biancani e Vitri: «Presentata ieri una mozione – riferisce Biancani - a nome di tutto il Pd per rinnovare la richiesta all’ente regionale di test antigenici rapidi gratuiti su studenti e operatori scolastici in tutto il territorio regionale, Pesaro compresa, da poter eseguire non solo nelle scuole, ma anche dal proprio medico di famiglia, nei punti drive attivi e nelle farmacie comunali e private. Una pianificazione con il coordinamento del Servizio sanitario regionale, come accade già in altre regioni, che hanno compreso l’efficacia di questa scelta. Tutto per riconoscere a studenti, insegnanti e personale, la possibilità di sottoporsi periodicamente a test rapidi per tracciare i contagi, considerando che ad oggi il calendario delle somministrazioni vaccinali va a rilento, e per garantire le lezioni ancora in presenza, non resta che avviare campagne periodiche di screening almeno fino alla fine dell’anno scolastico». L’iniziativa “Scuole sicure” è promossa dal Comune di Pesaro insieme ad Ail Pesaro, Croce Rossa, Protezione Civile, Aspes. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA