Pesaro, stop a divani e tappezzerie: due aziende si riconvertono e producono mascherine

Venerdì 27 Marzo 2020
Pesaro, stop a divani e tappezzerie: due aziende si riconvertono e producono mascherine

PESARO - Stop alla produzione di divani e tappezzerie per auto e barche, via alla produzione di mascherine. Due aziende pesaresi hanno pensato, almeno in questa fase di emergenza Coronavirus, di riconvertire la propria attività per aiutare a produrre ciò di cui oggi c’è più bisogno: le mascherine. Filippo Antonelli è un imprenditore molto noto in città con la sua Domingo Salotti. Aderente a Confindustria, è all’interno del gruppo arredo. «Stop alla produzione di divani e al via il confezionamento di mascherine – dice molto semplicemente - Mettiamo a disposizione la forza della nostra artigianalità per la collettività. Tutto è nato da un nostro collega di Cattolica e proprio grazie al supporto di Andrea Acquaviva doneremo alla Croce Rossa di Cattolica 1.000 mascherine protettive. È stato un gesto spontaneo venuto dal cuore, al momento il reperimento di materiali è difficoltoso, e la gestione di qualsiasi processo produttivo è molto complesso». Ma da questo primo stock ecco l’idea di proseguire. 

LEGGI ANCHE:
I genitori sono positivi al Covid e ricoverati in gravi condizioni, bimbo di 5 anni resta solo

Il prof. Donati: «I letti non bastano mai ma qui in Rianimazione cureremo sempre tutti»


Un’altra azienda che sta avviano una sorta di riconversione è la Mdf Tappezzeria di Villa Fastiggi. «C’è una grande urgenza per questo abbiamo pensato di essere subito operativi sul mercato avviando la produzione da oggi (ieri ndr) – spiega Natascia Roberti, titolare dell’azienda – L’obiettivo è produrle per la vendita ai privati, per uso civile. Non avremo certificazione Cee perché è un procedimento lungo che richiede adempimenti burocratici. Quindi non saranno mascherine per personale sanitario, ma saranno funzionali per le persone che vanno a fare la spesa e necessitano di un presidio di sicurezza». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA