Marcello Ugolini ucciso dal Coronavirus, Pesaro piange il "dottore del respiro"

Venerdì 27 Marzo 2020
Marcello Ugolini ucciso dal Coronavirus, Pesaro piange il "dottore del respiro"

PESARO - E' morto ieri mattina all'ospedale Marche Nord, quell'ospedale dove aveva lavorato per 25 anni, Marcello Ugolini, ex primario di Pneumologia, il "dottore del respiro". Uno di quei medici che fanno la storia in una città, per la dedizione e la professionalità che lo hanno sempre caratterizzato. 

LEGGI ANCHE:
Spiraglio nell'emergenza Coronavirus: i positivi nelle Marche oggi sono "solo" 82. Totale a 3.196 /I malati e i ricoverati in Italia in tempo reale

La lettera dei figli alla mamma infermiera nell'inferno del Covid: «Abbiamo paura, ma siamo orgogliosi di te»

Era ricoverato da 20 giorni in terapia intensiva anche lui, come tanti medici in prima linea, tradito dal coronavirus. Lo ricordano con affetto e stima la dg Maria Capalbo, il sindaco Ricci e il suo vice Vimini. Lo ricordano testimonianze da ogni dove che rendono omaggio alla persona che era: capace e generoso. Marcello Ugolini lascia la moglie Rosella, i figli Alessandro e Annalisa, la sorella Milena, la nuora Tania e gli amatissimi nipoti Edoardo e Maria Giulia. Ugolini, soprattutto, lascia un vuoto incolmabile. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA