Fiera cancellata dal Covid, ma il tartufo bianco c'è eccome: trovato un "campione" da 7 etti

Domenica 25 Ottobre 2020
Acqualagna, Fiera cancellata dal Covid, ma il tartufo bianco c'è eccome: trovato un

ACQUALAGNA Se la 55^ Fiera Nazionale del Tartufo Bianco in ossequio al Covid ha salutato tutto dando appuntamento al 2021 la filiera del tubero d’oro non si ferma.

Ieri è stato raccolta ad Acqualagna una maxi pezzatura di Tuber Magnatum Pico di circa 700 grammi. 

 
Il record
Si tratta del più importante ritrovamento dall’inizio della raccolta del Bianco di questa stagione sull’intero Paese. La pepita dell’azienda Acqualagna Tartufi della famiglia Marini, Piergiorgio e sua moglie Emanuela Bartolucci, partirà per il mercato asiatico: Hong Kong. L’Asia sta diventando il principale mercato del tartufo dell’azienda mentre si è ridotto quello dei Paesi interessati dalla pandemia. Un ritrovamento beneaugurante per il sindaco Luca Lisi che in questi giorni ha presentato un format per valorizzare il Re del bosco e della tavola in totale sicurezza: “Fieri del Tartufo”: scopri, gusta, esplora la Capitale del Tartufo. A partire dal 1 novembre fino al 31 dicembre, Acqualagna invita ad un’esperienza dal profumo e dal gusto intensi che coinvolge profondamente la Capitale del Tartufo. Porte aperte a TartuShop: tartufi freschi, tartufi lavorati, tartufi trasformati e prodotti al tartufo di qualità disponibili nei punti vendita e nelle aziende. I commercianti, principali protagonisti del mercato italiano del tartufo con una grande esperienza nel commercio online, in sole 24 ore sono in grado di spedire in tutto il mondo garantendo la qualità del prodotto.
Le iniziative
Al via TartuFood: tutti i mercoledì e i giovedì menu promozionali a 55 euro per assaporare il pregiato Tuber Magnatum Pico della buona cucina locale, tra le più apprezzate. Il prezzo riprende il numero della edizione 2020 e comprende un assaggio di diverse portate. TartuExperience: tutti i giorni si può sperimentare l’emozionante ricerca del pregiato fungo ipogeo affidandosi al fiuto del cane e guidati da un esperto tartufaio. L’iniziativa è in collaborazione con l’agenzia Marche Holiday (0721-1836666) che propone un’esperienza di caccia al tartufo da vivere in coppia o con un gruppo di amici. L’escursione, della durata di 1 ora e 30 minuti circa, prevede la visita alla tartufaia, una demo sulla ricerca, l’illustrazione sul campo di come avviene la ricerca e la coltivazione, visita all’azienda di prodotti e degustazione al tartufo. Prezzo: 40 euro a persona (min 2 persone), 30 euro a persona (da 4 a 6 persone) 20 euro a persona (da 7 a 10 persone).
Il premio 
Il 29 novembre appuntamento con TartuChallenge: l’annuale sfida italiana della cerca dell’oro della terra. In collaborazione con l’Associazione Nazionale Città del Tartufo, i tartufai di tutta Italia saranno chiamati, nella stessa giornata, a confrontarsi sul percorso di candidatura a patrimonio immateriale Unesco della “Cerca e cavatura del Tartufo in Italia”. Confermato il Premio Nazionale Enrico Mattei città di Acqualagna che verrà consegnato. Il Premio è nato per promuovere l’impegno di imprenditori innovativi che operano nel territorio capaci di generare sviluppo economico e crescita sociale e culturale. Vuole altresì rendere tributo alla gloriosa memoria di Enrico Mattei al cui coraggio e alla cui tenacia devono molto sia i marchigiani che l’Italia intera. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA