Caccia agli incendiari del Campus scolastico: sospetti su bande di ragazzini

Caccia agli incendiari del Campus i sospetti su gruppi di ragazzini
Caccia agli incendiari del Campus i sospetti su gruppi di ragazzini
di Luigi Benelli
3 Minuti di Lettura
Venerdì 9 Settembre 2022, 02:50

PESARO  - Tre cassonetti e un’auto a fuoco in una sola notte nella zona delle Cinque Torri. E’ caccia al piromane. O forse sarebbe meglio dire i piromani. Le indagini delle forze dell’ordine si stanno indirizzando verso uno dei gruppi di ragazzini che frequentano la zona nei pressi del Campus scolastico. I roghi in serie sono stati appiccati nella notte e a cavallo tra mercoledì e giovedì quando i vigili del fuoco sono intervenuti per una serie di quattro diversi incendi divampati a distanza ravvicinata l’uno dall’altro, tre riguardano cassonetti dell’immondizia, mentre il quarto un’utilitaria parcheggiata nell’area sosta della scuola. I roghi sono stati appiccati nella zona compresa tra via palestro, via Goito e via Nanterre.

L’allarme è scattato nel cuore della notte e la squadra della centrale dei vigili del fuoco di Pesaro, una volta intervenuta sul posto, ha provveduto a spegnere le fiamme ed a mettere in sicurezza l’area dell’intervento. Non si segnalano persone coinvolte ma solo danni alle cose. Tutto è rimasto circoscritto al singolo oggetto dato alle fiamme. I vigili del fuoco parlano chiaramente di incendi dolosi appiccati con delle carte e liquido infiammabile. Polizia e carabinieri sono intervenuti sul posto e stanno portando le indagini per risalire ai responsabili. In particolare la polizia si sta occupando dei tre cassonetti e carabinieri dell’auto, incrociando le informazioni. Si tratterebbe di bande di ragazzini. Teppisti e bulli che pensano di divertirsi dando fuoco ai cassonetti, ma anche a un’auto, arrecando grave danno al proprietario.

Controlli con le telecamere

Verranno visionate le telecamere di sorveglianza della zona per acquisire elementi utili alle indagini. Ricordiamo che al Campus scolastico ci sono varie telecamere all’esterno e coprono tutto il perimetro degli istituti. Anche all’interno dei corridoi fra gli istituti c’è stato il via libera per sistemare occhi elettronici, avendo superato i limiti della legge sulla privacy. Via Palestro, Via Goito e via Nanterre, i luoghi dei roghi non sono così lontani. Magari si potrebbe vedere qualcosa. La pista per il momento è legata a bande di ragazzini, baby gang che nei vari quartieri in questi ultimi mesi hanno fatto crescere episodi di vandalismo, piccoli furti, danneggiamenti e in alcuni casi violenza. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA