Busetto Vicari: «Io apprendista stregone? Mi occupo di cinghiali da 25 anni e da 20 faccio proposte alla politica. L'ambientalista vada in Procura o taccia»

Busetto Vicari: «Io apprendista stregone? Mi occupo di cinghiali da 25 anni e da 20 faccio proposte alla politica. L'ambientalista vada in Procura o taccia». Foto d'archivio
Busetto Vicari: «Io apprendista stregone? Mi occupo di cinghiali da 25 anni e da 20 faccio proposte alla politica. L'ambientalista vada in Procura o taccia». Foto d'archivio
3 Minuti di Lettura
Giovedì 22 Settembre 2022, 18:06

URBINO - «Mi avevano definito nei modi più strani. Ma mai come hanno fatto i rossoverdi ducali. Apprendista stregone? Apprendista no di certo.  Sono 39 anni che lavoro la terra e 25 che, mio malgrado, mi devo occupare di cinghiali» sottolinea Andrea Busetto Vicari, presidente della confederazione italiana liberi agricoltori di Pesaro e Urbino e responsabile nazionale della stessa per le questioni riguardanti la fauna selvatica, replicando all'attacco di Europa Verde - Verdi di Urbino

Cosa è accaduto

«Da 25 anni, mio malgrado, mi occupo di cinghiali sssieme a decine di migliaia di poveracci come me che non possono più fare agricoltura con dignità - continua  - E sì, mi interessa anche che cessino incidenti e morti in strada.  È per questo che l'altro ieri quando ho visto 8 cinghiali attraversare la strada e entrare nel parco ho chiuso il cancello e ho chiamato la FFOO»

Le domande e le accuse

«Di cosa mi accusa l'ambientalista di città già assessore all'ambiente regionale? Se pensa che io abbia commesso reati vada in procura.  Altrimenti taccia . Farà migliore figura - replica Busetto - . Egli è uno degli ultimi a poter parlare. Quando era assessore regionale cos'ha fatto per i cinghiali e i cinghialai (unica vera causa della proliferazione (in)controllata? Come ha provveduto a far si che i disastri contro l'agricoltura e la biodiversità provocati dai cinghiali venissero evitati? Non varrebbe nemmeno la pena di perdere tempo a rispondere se non fosse che il personaggio l'altro ieri ha fatto un'ennesima figura da chiodi accusando il cdx della responsabilità dell'alluvione. Siccome però quella dei cinghiali non è una questione di poco conto, lo invito a: informarsi su quanti allarmi e proposte di soluzione il sottoscritto e la confederazione italiana liberi agricoltori hanno fatto negli ultimi 20 anni. Tutte inascoltate da tutta la politica vigliacca (anche dal cdx). Adesso c'è la peste. Prevista due anni fa in commissione agricoltura del Senato.  Da chi? Da me per conto della mia organizzazione sindacale. Mi hanno sbeffeggiato anche per quella. Adesso a dire che ho (abbiamo) torto sono rimasti solo i cinghialai che vorrebbero che i tre milioni di suini aumentassero per loro interesse ludico politico. E qualche verde di città che vorrebbe risolvere il problema catturandoli, sterilizzandoli con la bislacca idea che così la psa, i disastri agricoli e stradali possano cessare. Segnalo infine che per catturare I cinghiali occorre essere capaci. Come si è ben visto a Urbino l'altro ieri con polizia provinciale e cinghialai uniti nel medesimo disegno fallimentare». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA