Incidente sulle curve di Bocca Serriola, maxi moto e trattore si scontrano. Un ferito, disagi alla viabilità

Lunedì 14 Giugno 2021 di Angelo Parlani
Moto e trattore entrati in collisione

APECCHIO - Un esodo continuo di auto verso la costa adriatica, un serpentone di moto interminabile in particolar modo verso Bocca Serriola, ma la splendida mattinata è stata rovinata dal quasi immancabile incidente in cui viene coinvolto una grossa due ruote.

LEGGI ANCHE

Paura all'escursione, turista colpito da un sasso alla testa all'Infernaccio: soccorso con l'eliambulanza

Non rispondeva da giorni, lo trovano morto in casa: tragica scoperta in un'abitazione a Monte San Vito

 

E’ successo ieri mattina verso le ore 9 in località soprannominata salita di Ponte Aguzzo, a circa 3 chilometri dal paese, in direzione umbra. Tre amici di Lucrezia erano di quelli che seguivano la sviscerata passione per le moto e in particolar modo per il ricercato percorso che da Apecchio, dopo mille tortuose curve porta a Città di Castello, quando P.B. per cause che verranno accertate dalla Polizia locale, cozzava violentemente con il suo mezzo contro un trattore agricolo che usciva da un campo laterale. L’impatto era tremendo come il tonfo. Subito si aveva la sensazione che fosse successo qualche cosa di grave al centauro lucreziano, che veniva soccorso dai suoi amici e immediata la chiamata al 118. Sul posto la Potes di Urbania, una pattuglia della Polizia locale, alla quale poi si è aggiunta quella dei carabinieri di Fermignano, che ha pensato di regolare l’intensissimo traffico, con una lunga ed inevitabile coda che si era formata nei due sensi di marcia. P.B., comunque ai sanitari si dimostrava vigile e non dava l’impressione di aver subito ferite e traumi gravissimi. E dopo essere stato stabilizzato, veniva trasportato all’ospedale di Urbino. Certo che la “foto” del fortissimo urto non faceva presagire nulla di buono, anche perché si trattava di uno scontro tra “Davide e Golia”, con il trattore che ovviamente appena si sarà accorto dell’accaduto. Scioccato, invece, si dimostrava il suo conducente rimasto lì a lungo accanto al suo poderoso quattro gomme, in attesa di essere sentito dalle forze dell’ordine. Il traffico dopo oltre un ora riprendeva la sua regolare marcia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA