Beep Beep, la folle fuga dello struzzo Gino: «Ecco come l'ho catturato»

Mercoledì 5 Febbraio 2020
Beep Beep, la folle fuga dello struzzo Gino: «Ecco come l'ho catturato»

BELVEDERE FOGLIENSE - L'ebbrezza di una libertà durata tre giorni. Non è stato facile catturare lo struzzo "Gino", fuggito dal suo recinto in Romagna e in fuga sulle colline a cavallo con le Marche. Una fuga, però, finita tra Tavullia e Belvedere Fogliense.

LEGGI ANCHE: Lo struzzo fugge per tre giorni a cento all'ora: catturato solo quando è ormai stremato

GUARDA IL VIDEO DELL'INSEGUIMENTO:

 Uno zoosafari per le campagna di Belvedere Fogliense terminato con un calzetto infilato sulla testa di uno struzzo di oltre 100 chili. E' quello che ha messo in pratica Danilo Mancini, imprenditore agricolo con sede a Gradara, titolare dell'azienda agricola bio Mancini: "Sono stato io a catturare lo struzzo, non la forestale. Mi sia dato il giusto merito, visto che l'ho inseguito per circa un'ora e mezza, sulla mia Jeep, per indirizzarlo verso gli agenti della forestale e i vigili presenti. E visto che loro non ci sono riusciti e che lo struzzo si trovava nel mio podere, ho agito io in prima persona costringendolo ad andare verso il muro di una casa colonica per poi saltargli addosso, a mani nude, mettendogli un calzetto in testa. Perché senza vedere si sarebbe calmato. Poi, l'ho riconsegnato alla forestale". 

Ultimo aggiornamento: 17:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA