Bartolucci, gli artisti del legno chiudono gli storici negozi di Roma e Firenze

Bartolucci, l'artista del legno chiude gli storici negozi di Roma e Firenze
Bartolucci, l'artista del legno chiude gli storici negozi di Roma e Firenze
2 Minuti di Lettura
Giovedì 28 Luglio 2022, 10:36 - Ultimo aggiornamento: 12:34

MONTECALVO - Bartolucci srl, la fabbrica dei sogni tradotti in opere d'arte di legno, chiude gli storici negozi di Roma e Firenze, rispettivamente in via Dei Pastini e via Della Condotta. Non un lavoro, ma una passione: lo dice lo slogan dell'azienda «moderna e dinamica, che continua a produrre in modo artigianale, pur aprendosi alle innovazioni delle moderne tecnologie». Così anche se chiudono gli storici punti vendita monomarca di Roma e Firenze resta comunque attiva la sezione dello shop online oltre ai negozi o corner aperti (circa una cinquantina in tutto il mondo). Il 6 gennaio 2020, complice la crisi che ha colpito l'Italia ai tempi della pandemia (e in particolare ha spopolato, per diversi mesi, le città d'arte), aveva chiuso anche il punto vendita storico di Urbino.

Una storia ultra trentennale

Tutto è partito nel 1990 con il mastro artigiano Francesco Bartolucci, fondatore dell’omonima azienda a Montecalvo in Foglia, e il primo punto vendita ufficiale a Urbino. Negli anni la Bartolucci srl è arrivata a contare 150 store in tutto il mondo, con circa 40 dipendenti e più di 700mila creazioni uniche, tutte fatte a mano, tra incanti e rimembrilli, vendute ovnque. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA