Alluvione, lettera del sindaco di Cantiano alla Regione: «Dateci finanziamenti a fondo perduto o il nostro paese non tornerà più come prima»

Alluvione, lettera del sindaco di Cantiano alla Regione: «Dateci finanziamenti a fondo perduto o il nostro paese non tornerà più come prima»
Alluvione, lettera del sindaco di Cantiano alla Regione: «Dateci finanziamenti a fondo perduto o il nostro paese non tornerà più come prima»
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 5 Ottobre 2022, 22:13 - Ultimo aggiornamento: 22:15

CANTIANO - «Dateci finanziamenti a fondo perduto per le imprese e risarcimenti danni per le abitazioni». Alessandro Piccini, sindaco di Cantiano,  ha inviato stasera una lettera aperta alla Regione Marche, al presidente Acquaroli, alla giunta e a tutti i consiglieri affinché facciano presto per aiutare la città ferita dall'alluvione del 15 settembre. «Abbiamo oltre 50 attività d'impresa - scrive - tra piccoli esercizi commerciali ed imprese artigiane, compromesse dall'alluvione, alcune di queste con capacità produttive del tutto azzerata. L'intero tessuto economico ed occupazionale del paese è al momento fortemente compromesso, così come è tangibile il venire meno di quella socialità e di quei servizi all'interno del cuore centrale e pulsante del capoluogo».

Il rischio

«C'è il serio e concreto rischio - ha rimarcato Piccini - che senza risposte rapide, Cantiano non torni più ad essere il Paese che tutti noi conosciamo. Per questo noi chiediamo, in maniera accorata, di poter mettere in campo misure rapide ed immediate, che siano da sostegno materiale, ma soprattutto morale» e «l'inserimento del Comune di Cantiano all'interno del meccanismo del Fondo Complementare del Pnrr Aree Sisma al fine di poter utilizzare risorse e fondi per investimenti di messa in sicurezza del territorio e rivitalizzazione occupazionale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA