Fano, il parroco denuncia: «Ostie
rubate e rivendute per riti satanici»

Martedì 30 Maggio 2017
Fano, il parroco denuncia: «Ostie rubate e rivendute per riti satanici»

FANO-  Ostie sottratte e vendute anche a 200 euro l’una per praticare poi riti satanici. Hanno suscitato un grande emozione tra i fedeli che partecipavano alla messa vespertina di domenica scorsa, nella cappella di Santa Maria Nuova, le parole del celebrante padre Giancarlo Mandolini che nel commentare l’episodio del Vangelo dell’Ascensione che riporta le parole pronunciate da Gesù agli apostoli “Andate in tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura”, si è soffermato sul valore della Eucarestia.
Un valore che permette ad ogni persona di avvicinarsi a Cristo, ma anche un mezzo per porsi in antitesi con lui. Padre Mandolini infatti ha lanciato un monito a quelle persone che ritenendo fondante il valore sacramentale della Eucarestia, sottraggono le ostie per usarle durante i riti satanici. «L’intento di costoro – ha detto – è quello di pugnalare Cristo, persona presente con corpo e sangue nell’ostia consacrata». E di questo esisterebbe un commercio ben remunerato: la persona che si rende disponibile a consegnare le ostie verrebbe remunerata con una somma da 100 a 200 euro ognuna. «Si tratta comunque – ha aggiunto padre Mandolini - di un atto sacrilego gravissimo». Non è la prima volta che dal pulpito di Santa Maria Nuova si condannano certi comportamenti. Anche alcuni anni fa le parole di un celebrante misero allo scoperto un traffico satanico che si serviva delle ostie per riti profanatori. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA