L'alluvione ha devastato "La Ginestra" di Acqualagna. «Volevo chiudere, invece ho deciso di ricominciare»

L'alluvione ha devastato "La Ginestra" di Acqualagna. «Volevo chiudere, invece ho deciso di ricominciare»
L'alluvione ha devastato "La Ginestra" di Acqualagna. «Volevo chiudere, invece ho deciso di ricominciare»
di Roberto Giungi
3 Minuti di Lettura
Domenica 25 Settembre 2022, 03:30

ACQUALAGNA - Un’altra giornata memorabile per il ristorante La Ginestra di Acqualagna che questa mattina alle 11.30 riapre i battenti dopo aver rischiato di chiudere per sempre a causa dell’alluvione che non ha risparmiato nulla.
«La tentazione di arrenderci definitivamente è stata forte - ammette Marina Giacomel -. Era successo l’inverosimile. In meno di trenta minuti ho visto il fiume portarsi via, ancora una volta, la bellezza e la fatica di una vita della mia famiglia, acqua, fango e detriti avevano travolto il mio storico e amatissimo locale».

La forza di andare avanti ha prevalso subito dopo. «Mi sono rimboccata le maniche, forte di uno staff che ha messo il cuore esattamente come ho fatto io per questa azienda, grata a tutti i volontari che non si sono risparmiati a partire dalla protezione civile fino, amici e persino colleghi e anche volontari sconosciuti. Non di meno la fantastica squadra di bonifica che ha fatto un lavoro superlativo garantendomi soprattutto la sanità dei locali e di tutti gli spazi coinvolti dall’ondata di fango». 


Dopo tanta fatica prevale l’emozione. «Ho visto un’umanità meravigliosa che mi ha scaldato il cuore e che non finirò mai di ringraziare, che ha permesso solo dopo nove giorni dal catastrofico evento, di riavviare il locale. Con questa mia testimonianza vorrei essere una forza per chi si sente smarrito, impotente, devastato anche interiormente. Personalmente ho scelto di andare avanti e assumermi tutti i rischi. 
«Questa mattina aspetto quanti vorranno essere presenti nel mio locale per sostenermi e per sostenere tutte le attività di qualsiasi genere perché abbiamo una grande storia, un’enorme tradizione ed una straordinaria ospitalità da offre in un territorio fantastico». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA