Matteo Berrettini, il tennista gentiluomo. Quando la fan gli chiese: «Mi vuoi sposare?». E lui rispose così

Matteo Berrettini, il tennista gentiluomo. Quando la fan gli chiese: «Mi vuoi sposare?». E lui rispose così
5 Minuti di Lettura
Martedì 28 Giugno 2022, 12:10 - Ultimo aggiornamento: 12:32

Quando lo scorso anno si presentò sul palco di Sanremo sfoggiando un elegantissimo smoking nero e un sorriso irresistibile, qualcuna (più di una in realtà) propose sui social: «Facciamo Matteo Berrettini patrimonio dell'Unesco». Ventisei anni, alto 1 metro e 96 centimetri, mamma di origini brasiliane, papà romano, il numero 11 del tennis è il nuovo sex symbol italiano. E non solo per la sua bellezza. Dentro e fuori dal campo, Berrettini ha dimostrato di essere anche un campione di eleganza e sensibilità. Doti particolarmente apprezzate dal pubblico femminile italiano che lo ha definito senza dubbio «il nostro principe azzurro». Umile e ambizioso, moderno di testa e classico di cuore, ha sempre dichiarato: «Quando prendo una batosta, per quanto sia forte, reagisco positivamente. Rimbalzo quasi sempre all’insù». Ma alla notizia che non ci sarà a Wimbledon perché positivo al Covid non può che non commentare: «Ho il cuore spezzato». Proprio come tutti noi. 

Matteo Berrettini, mamma Claudia: «Lui è proprio come me, un sognatore concreto»

La proposta di nozze della fan

Semplice, educato, per nulla atteggiato a divo, sempre naturale e con quel velo di timidezza che lo rende un po' più "terrestre”, ha sempre dichiarato: «Oltre ai dritti e ai rovesci, metto in campo chi sono. È la mia nuova forza: prima viene l’uomo, poi il tennista». E a noi l'uomo piace moltissimo. E' amato dal mondo della moda ma ancora di più dalle fans, stregate dalla sua insindacabile bellezza. Proprio durante l'ultimo torneo, che si giocava al Queen's Club di Londra, il tennista si è reso protagonista di un simpatico siparietto durante un'intervista televisiva a fine partita, dove una fan incontenibile, dagli spalti, gli ha urlato «Matteo, mi vuoi sposare?», scatenando l'ilarità generale e anche il sorriso del tennista che dopo qualche istante di perplessità dal microfono le ha risposto: «Devo pensarci un attimo».

Roma nord

Ma chi è Matteo, from Rome? Primo italiano finalista sull’erba di Wimbledon in 144 anni, primo ad aggiudicarsi il torneo del Queen’s, primo ad aver giocato due Atp Finals e ad aver vinto un singolare. Berrettini, dai campi in terra rossa di Roma nord, di strada ne ha fatta tanta. Ad avvicinarlo al tennis la sua famiglia, a cui Matteo è molto legato. ll padre Luca Berrettini è ex dirigente di Publitalia e la madre Claudia Bigo. Proprio loro hanno incoraggiato entrambi i figli, Matteo e Jacopo (che è più piccolo), a coltivare la passione per questo sport. Dal quartiere dove è cresciuto al Circolo della Corte dei Conti è passato poi all'Aniene dove si è affermato. Ama la Nba e tifa per la Fiorentina (passione ereditata dal nonno). La sua vita romana, Matteo l'ha vissuta tra Tor di Quinto, Villaggio Olimpico, Villa Glori. E poi la Rome Tennis Academy, struttura a Bel Poggio che ha in Vincenzo Santopadre il suo direttore tecnico. Anche ora ha scelto di vivere a Montecarlo. «Roma è bella, anzi di più, ma non mi manca, spesso non la riconosco, è una città che si è lasciata troppo andare - ha dichiarato qualche tempo fa - e io se vedo cartacce per strada, vado via di testa. L’immondizia sulla strada del mare non è colpa del sindaco, ma di chi la butta».

Gli anni del liceo

Berrettini ha frequentato la scuola media a Monte Sacro e a Conca d'Oro, Roma Nord Est, ha conseguito il diploma al liceo scientifico sportivo Pacinotti. Nel 2013 ha trascinato i ragazzi del Pacinotti, insieme al fratello Jacopo, alla vittoria dei Campionati Internazionali Studenteschi di Tennis in Australia. Il professor Achille Faja, che allenava Berrettini e gli altri ragazzi ricorda in un'intervista a La Stampa: "Aveva un ottimo rapporto con i professori e con i compagni di classe, ma con la testa era già distante. Era concentratissimo sulla strada che avrebbe dovuto fare, quasi si sentisse un predestinato. Gli inglesi erano organizzatissimi e i favoriti, ma abbiamo vinto noi il titolo. Matteo era già un leader, i compagni di squadra lo vedevamo come il punto di riferimento".

Vita privata

Da qualche tempo Berrettini è di nuovo single (forse). Dopo essersi lasciato con la sua fidanzata storica, la tennista croata naturalizzata australiana Ajla Tomljanovic con cui era legato dal 2019 (lei ha cancellato dal suo profilo Instagram tutte le foto di coppia), e aver concluso anche la relazione - in realtà mai confermata - con la modella americana Meredith Mickelson, al momento infatti non si parla di nuove fidanzate ufficiali. Anche se qualcuno ipotizza un flirt con l'ex Miss Italia Carolina Stramare. Di certo Berrettini incanta non solo gli amanti dello sport, ma anche le donne. Tranquille, però, perché la madre non sembra per niente preoccupata. «Mai stata la classica mamma gelosa - ha dichiarato in un'intervista al Messaggero - Sono felice che faccia questa vita, lui che ama viaggiare e conoscere». A noi piace anche la suocera. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA