Quattro dita tranciate dal tritacarne, grave una donna

Mercoledì 28 Ottobre 2015

Auditore
Gravissimo infortunio sul lavoro alla ditta di produzione e vendita di pasta fresca Salucci srl di Casinina di Auditore, in località San Leo. Un'operaia ha perso quattro dita della mano destra ed ora si trova ricoverata all'ospedale Torrette nel centro specializzato in Chirurgia della mano, dove nella serata di ieri è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico. Erano da poco passate le 16, Teresa De Cicco, 51 anni di Sassocorvaro, stava lavorando a un macchinario tritacarne. In quel momento nella parte di capannone dell'azienda adibita alla macinazione delle carni, l'operaia era sola. Sul posto è intervenuta l'Asur: si ipotizza un errore della donna o un difetto di funzionamento della macchina. Ll'operaia stava pulendo il macchinario ancora in funzione mentre per la pulizia, avrebbe dovuto essere spento. Il tritacarne è un modello di fabbricazione recente, di piccolo taglio che dev'essere acceso e spento dall'addetto. L'operaia, secondo quanto è stato verificato dagli ispettori Asur, nel pulire il dispositivo ha infilato la mano destra per rimuovere della carne o altri residui rimasti infilati all'interno fra gli ingranaggi. La pulizia di un macchinario simile, prevede un dispositivo di rotazione con l'attivazione della protezione per chi li maneggia. E' qui, che probabilmente qualcosa purtroppo non ha funzionato. Dovrà anche essere verificata la normativa di settore dell'attività esercitata dall'azienda. La donna dopo i primi soccorsi è stata trasportata dal 118 fino a Montecchio, dove è atterrata l'eliambulanza che l'ha trasportata all'ospedale Torrette. I medici del reparto Chirurgia della mano, hanno spiegato che si tratta di un trauma grave, il tritacarne ha letteralmente tranciato le dita lunghe tranne il pollice, la donna è comunque rimasta cosciente per tutto il tragitto verso l'ospedale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA