Per l'ex carcere un'asta flop nessuna offerta al Comune

Mercoledì 4 Dicembre 2019
IL CASO
PESARO Il flop era nell'aria: niente offerte per il complesso dell'ex carcere minorile tra via Bertozzini e via Luca della Robbia. Buio pestp sul futuro dell'aera degradata. Ieri mattina l'asta pubblica in Comune, ha visto il tavolo della sala consiliare desolatamente vuoto di offerte. Si partiva da una base con un valore di 675 mila euro, che nessuno ha rialzato. La cifra non era impossibile ma è l'impegno economico della ristrutturazione del colosso a spaventare.
Il comparto
Per il comparto dell'ex Convento di Santa Maria degli Angeli, sul lato di via Bertozzini, a fianco al Centro per l'Impiego, ora si apre una fase ancora incerta, e l'Amministrazione comunale dovrà valutare se rimetterlo all'asta, oppure trovare altre soluzioni, difficili al momento da individuare. Oltretutto i proventi della vendita sarebbero serviti a riqualificare piazzale 1° Maggio, altro intervento che di conseguenza resta fermo ai box.
Nel pacchetto dei beni all'asta è andata invece decisamente meglio all'ex farmacia Zongo, ai lati dell'ingresso del San Domenico, in via Branca, oggi occupata da associazioni e per iniziative solidali e culturali. Il Comune è da tempo che prova a vendere i locali e questa volta ci è riuscito. Ci aveva messo gli occhi il gioielliere Bartorelli, che si trova proprio a fianco, probabilmente con l'ipotesi di allargare l'attività, dopo che l'anno scorso ha inaugurato uno show-room su tre livelli. L'offerta presentata dalla società che fa riferimento proprio a Paolo Bartorelli (ieri presente in Comune per l'asta pubblica), è stata di 331 mila euro, rialzando il valore posto a base dagli uffici patrimoniali di 290.000 euro, ma non è stata l'unica. E' arrivata una seconda busta, con dentro la cifra di 352.101 euro, che si è così aggiudicato in via provvisoria l'immobile in attesa dell'aggiudicazione definitiva dopo le verifiche di legge.
La destinazione
Per l'ex farmacia Zongo c'è la possibilità di una destinazione commerciale e di pubblico esercizio. Il locale fa parte del complesso edilizio del San Domenico e del Mercato delle Erbe ed è quindi strategico se si considera il progetto di rinascita dello storico complesso edilizio. Per lo spazio di circa 80 metri quadri, bisognerà comunque provvedere alla sua ristrutturazione. Nel bando sono indicati una serie di interventi di manutenzione prioritari. Il locale negli anni ha risentito di infiltrazioni d'acqua, problemi ai soffitti e alla pavimentazione e il nuovo proprietario dovrà nell'intervento di restauro conservativo e di manutenzione, tenere conto che si tratta di immobile sottoposto ai vincoli della Sovrintendenza. Per il sovrastante complesso del San Domenico, il piano di recupero ancora non parte, anzi è slittato a seguito della situazione di stallo dell'ex Tribunale. I fondi Inail destinati all'intervento dell'immobile in via San Francesco, sono stati girati, infatti, verso il San Domenico, ma non verranno liberati fino a quando l'inail non entrerà in possesso dell'ex Palazzo di Giustizia. Le risorse inserite a bilancio per acquistare la porzione della struttura che guarda su via Bruno, di proprietà della Fondazione Cassa di Risparmio, sono state destinate ad altri investimenti. Se ne riparlerà nel 2020.
Raggio da ampliare
Allargando il raggio agli altri lotti in vendita, nessuna offerta per l'area edificabile a Chiusa di Ginestreto (base 1.293.750 euro), un fabbricato in via Bonini, 41 (285.000 euro), un terreno edificabile al mercato ortofrutticolo (1.902.285 euro), un immobile in via XI Febbraio 11 (160.000 euro). Per un terreno edificabile in Strada Condotti, è arrivata un'offerta, valutata inammissibile, in quanto nettamente più bassa, 90.000 euro, rispetto al valore del bando, di 210 mila euro. «Per i lotti deserti - spiega il segretario comunale Giovanni Montaccini - è possibile offrire il valore a base d'asta e in quel caso si può valutare una procedura a trattativa diretta. In caso di cifre inferiori, sarà necessario rifare il bando».
Thomas Delbianco
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA