LA STAGIONE
PESARO «Aree pedonali in viale Trieste, nessuna iniziativa senza

Venerdì 16 Aprile 2021
LA STAGIONE
PESARO «Aree pedonali in viale Trieste, nessuna iniziativa senza prima aver ascoltato le proposte degli operatori commerciali». Il segretario comunale della Confcommercio Davide Ippaso, a nome della sua associazione, oltre che di Cna e Confesercenti con le quali si è confrontato ieri mattina, chiede all'amministrazione comunale un incontro con tutti gli operatori interessati alle modifiche viarie e di sosta che si stanno prospettando per l'estate in arrivo lungo viale Trieste. Solo qualche accenno da parte del Comune alle categorie interessate e poi l'annuncio che ha spiazzato un po' i diretti interessati.
L'iter
In particolar modo, per l'istituzione, anche quest'anno, delle due zone pedonali a fascia oraria integrale, nei tratti via Zara-via Ninchi e viale Marconi-via Pola. «Non vogliamo fare polemica - premette Ippaso - ma è un nostro diritto vederci chiaro ed essere messi al corrente di tutte le modifiche che il Comune vuole attuare. Vogliamo vedere il progetto nella sua globalità». L'intento delle associazioni di categoria degli operatori che gravitano nella zona mare è di avere voce in capitolo nella stesura del nuovo piano temporaneo estivo. L'anno scorso ci hanno chiesto di fare proposte viarie per modificare il totale insuccesso dell'isola pedonale, almeno quella del primo tratto, da via Zara a via Ninchi. Le proposte sono arrivate, ma sono state tutte rigettate.
Convocazioni separate
«Quest'anno ci hanno convocato separatamente, dicendoci solo che l'isola pedonale verrà riproposta. Ma non sappiamo quando inizierà, quando finirà, e le modifiche previste. Ci è stato solo riferito che sei parcheggi in viale Trieste, nel tratto che precede la prima isola pedonale, verranno istituiti con la sosta a 30 minuti». Non c'è, in questa fase, una chiusura preventiva da parte delle categorie, alle isole pedonali, ma prima di esprimere un parere, con la possibilità di avanzare proposte migliorative, pretendono un incontro. «Quando ci verrà presentato il piano nella sua interezza, allora ci faremo la nostra idea, e decideremo se essere soddisfatti o meno, o quello che dovrà essere cambiato. In un paese democratico ci vuole dialogo aperto con tutti, se la visione è unilaterale non perdiamo nemmeno il tempo».
Il dibattito
Nei primi due giorni della settimana, le operazioni legate a viale Trieste, sono state al centro del dibattito comunale, prima in consiglio, poi in commissione. L'assise pesarese ha dato il via libera all'acquisizione, da parte del Comune, dei due spazi sportivi di Villa Marina, sul lato monte, al costo di 1 milione e 320 mila euro. Uno dei due comparti verrà destinato, almeno per quest'estate, a parcheggio, con circa 200 stalli gratuiti a disposizione, funzionale, così come indicato più volte dall'amministrazione, all'istituzione delle aree pedonali nel lungomare. L'altro sito verrà invece destinato ad attività sportive con un bando che dovrebbe essere pubblicato nel giro di qualche settimana.
Tutto il viale
Dal lato ponente a quello di levante, dove cambierà volto piazzale D'Annunzio: il tracciato della ciclabile, oggi curvilineo, verrà allineato verso il centro del piazzale, rendendo pedonali gli spazi sul lato mare. Sull'altro fronte della piazza, verrà mantenuto, invece, il passaggio carrabile per le auto.
Thomas Delbianco
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA