L'ex ospedale psichiatrico altra partita complessa

Martedì 30 Giugno 2020
PESARO C'è un altro contenitore che attende la riqualificazione: è il vecchio ospedale psichiatrico San Benedetto messo in vendita per 8 milioni dopo un accordo frutto della collaborazione tra Asur, proprietaria della struttura, Regione e Comune. Una base d'asta che era stata rilanciata alla fine dello scorso gennaio aperta ad offerte da fare arrivare entro due mesi. Un prezzo notevolmente ribassato rispetto alla cifra iniziale per poter rendere la struttura più appetibile (comportando comunque un investimento consistente per il futuro acquirente)ma l'emergenza Covid e il lockdown hanno messo un freno a un'operazione già complicata sulla carta. Dopo la crisi economica e il crollo del settore immobiliare, il valore del complesso era stato nuovamente ricalcolato, considerando appunto anche il fatto che al prezzo di acquisto sarà comunque necessario aggiungere un investimento per i lavori di ristrutturazione di altri 25-30 milioni di euro. La nuova perizia di stima, redatta nel 2018 aveva fatto scendere il valore dell'immobile da 18,5 milioni a 8 milioni di euro. Il bando, che si basa sui dati contenuti nel primo Piano di recupero del 2007, prevede che l'ex lavanderia e il giardino interno - oggi un parcheggio a disposizione dei residenti del centro storico - vengano ceduti al Comune». L'avviso di vendita contiene anche i riferimenti sulle dimensioni dell'edificio, una consistenza di superficie di 17.700 metri quadri, con un volume complessivo di oltre 62mila metri cubi. E' stato previsto anche un piano b nel caso non si trovasse un acquirente: l'impegno è quello di firmare un protocollo tra Comune, Regione e Asur e di redigere un nuovo Piano di recupero che dovrà prevedere un confronto con le diverse realtà della città per individuare quelle che possono essere le destinazioni future di questo bene.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA