Arrestato per crac e truffe imprenditore legato a clan

L'INCHIESTAPESARO I colletti grigi iconici di opacità e malaffare trovano appetibile il tessuto economico pesarese con la sua dote di aziende e laddove fenomeni come il riciclaggio restano sospetti quanto sfuggenti, l'infiltrazione la si incastra su reati fiscali. Dante Mannolo, imprenditore calabrese di 51 anni, lunedì è stato arrestato a Siella Marina su ordine di custodia cautelare emesso dal gip della Procura di Pesaro, Giacomo Gasparini, con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata alla truffa e alla bancarotta fraudolenta e...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 14 Febbraio 2019, 05:04 - Ultimo aggiornamento: 05:04