Viale Martiri, slalom tra i cantieri «Era meglio iniziare dopo Natale»

Martedì 3 Dicembre 2019
IL RESTYLING
MACERATA I lavori di riqualificazione di viale Martiri della Libertà sono partiti e già sono un po' croce e un po' delizia. Se da un lato vanno fatti per forza, dall'altro se fossero iniziati in un altro periodo sarebbe stato molto meglio. Queste poche parole rappresentano a grandi linee il pensiero di alcuni dei commercianti del viale, che ormai da molto tempo vivono la serie di lavori fatti in sequenza tra fibra, fognature, acqua, pini e ora (finalmente) riqualificazione vera e propria. Il cantiere è stato allestito ieri, giornata ufficiale dell'inizio dei lavori, e sarà aperto fino al 31 maggio.
I disagi
«Un disagio infinito, ecco come vedo tutto questo, - ha sottolineato Michela Garbuglia dell'alimentari Bio Ed Oltre anche perché è dal mese di marzo che va avanti questa storia, una storia che sta creando problemi non solo a noi commercianti, ma anche alla clientela. Per esempio, da noi vengono prevalentemente anziani, ma a causa del terreno dissestato e dei problemi di viabilità e di parcheggio, alcuni non vengono più». «Sicuramente quando i lavori saranno finiti, - ha ribadito Francesco Cappelletti del negozio Riparo Express il viale sarà bellissimo, però al momento ci sono alcuni problemi che non sono indifferenti a noi commercianti, specialmente con l'arrivo del Natale. Viabilità e parcheggi rappresentano il problema maggiore, soprattutto con la chiusura di una corsia e di un lato della strada. Comunque, stiamo parlando di lavori che vanno fatti, quindi non possiamo evitarli o fare chissà che».
I dubbi
«Cosa facciamo se ci chiudono la strada per 6 mesi? - ha continuato Michela Frontoni del negozio di Frutta e Verdura Sinceramente non sappiamo cosa aspettarci, dal momento che per gli altri lavori ci sono sempre venuti incontro, per esempio lasciandoci libero il passaggio. Ora dobbiamo vedere come andranno questi mesi, anche perché se ci chiudono la strada e il marciapiede è un problema per noi e per i clienti». Una domanda che si sono posti in tanti, quella inerente a cosa accadrà nei prossimi mesi: diminuzione dei parcheggi, difficoltà nella viabilità, marciapiedi impossibili. «Per quanto mi riguarda, - ha proseguito Riccardo Vincenzetti della tabaccheria Carradori dato che stiamo parlando di lavori che vanno fatti, è stata sbagliata la tempistica e l'organizzazione, in quanto questi lavori dovevano iniziare molto prima. Cominciare adesso, in prossimità delle feste, danneggia noi commercianti e la viabilità di una via come questa, una delle più percorse. Insieme ad alcuni commercianti, vorremmo scrivere una lettera all'assessore ai Lavori Pubblici Ricotta per spiegargli la nostra posizione e le difficoltà che stiamo già riscontrando, ma ancora non c'è nulla di deciso, vedremo». «Tra una cosa e l'altra i lavori vanno avanti ormai da un anno, - ha detto Maurizio Gentili del negozio Quattro Zampe e inevitabilmente ci sono state molte ripercussioni negative. Tutti questi lavori hanno fatto sì che il passaggio di persone diminuisse, soprattutto se parliamo di anziani. Detto ciò, vero è che siamo stati anche avvisati dal sindaco, che ci ha detto di pazientare, quindi pazienteremo». Allo stesso tempo però, c'è l'altra faccia della medaglia, quella in cui seppur non vengano fatti i salti di gioia, i lavori non appaiono così problematici. «Questa serie di lavori non mi sta creando problemi, - ha detto Francesco Cetraro del negozio Nuova Maceratese Sementi e soprattutto devono essere fatti, esattamente come quelli inerenti ai pini, che stavano davvero danneggiando la strada, quasi rendendola impraticabile. Dunque, questi lavori vanno fatti e speriamo che il risultato sia quello sperato».
La viabilità
«Parcheggi e viabilità penso siano due dei problemi che sono stati evidenziati un po' da tutti, - ha evidenziato Francesca Alimenti del Bar Pasticceria Maurizio però sono anche dell'idea che se vengono fatti, ci sarà un motivo, perciò accettiamo questo cantiere e i risultati che ne conseguiranno». «Trovo giusto fare questi lavori per migliorare le condizioni del viale, - ha spiegato Armanda Coppari della sartoria e negozio di riparazioni di abiti inoltre il problema inerente alle festività natalizie non mi tocca, dal momento che io chiudo per il Natale».
Giulia Baldini
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA