Super Pass Controlli a campione sugli autobus

Giovedì 2 Dicembre 2021

MACERATA Contram è pronta alla sfida del Super Green Pass che entrerà in vigore il 6 dicembre. Stefano Belardinelli, il presidente della società pubblica di trasporto che copre tutta la provincia di Macerata ma non solo, ha preso parte ad una riunione proprio su questo tema, a Roma. Contram effettuerà controlli a campione sui passeggeri che saliranno a bordo dei propri mezzi. Belardinelli spiega: «La norma prevede per il personale del trasporto pubblico locale solo la verifica del possesso del Super Green Pass, mentre i controlli spettano esclusivamente alle forze dell'ordine, che sono le uniche titolate ad emettere sanzioni. Il personale Contram non può, anche avendo verificato il non possesso del titolo sanitario, emettere sanzioni o costringere a comportamenti la persona, che può decidere di scendere spontaneamente. La nostra è solo una verifica, qualora si troverà a bordo qualcuno senza Pass, saranno chiamate le forze dell'ordine».
Le verifiche
Il presidente Contram aggiunge: «Le nostre verifiche saranno attuate in stretto coordinamento con le forze dell'ordine, come prevede la norma, lo faremo come abitualmente avviene per i titoli di viaggio, tramite verifiche a campione di coloro che salgono a bordo degli autobus. La norma non contiene indicazioni specifiche se i controlli debbano essere effettuati a bordo o a terra, ma per le nostre colline marchigiane e le corse extraurbane, appare difficile che si possano fare in prossimità dell'ingresso sugli autobus, quindi i controlli a terra prima della partenza tendiamo ad escluderli. Non si può ritardare la partenza delle corse, che devono rispettare un orario preciso. Inconvenienti potranno verificarsi, qualora si trovassero passeggeri sprovvisti di Green Pass e sorgesse qualche diatriba, in quel caso saremmo costretti a chiamare le forze dell'ordine. Diversa la situazione delle grandi aziende di trasporto, ad esempio per la metropolitana i controlli si fanno ai tornelli, il passaggio dei mezzi è continuo, dunque non si creano ritardi».
m. o.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA