Sosta breve in corso Cavour e in corso Cairoli

Martedì 8 Dicembre 2020
LA POLEMICA
MACERATA Centro affollato di pedoni e di auto. E riesplode la polemica sulla riapertura della Ztl al traffico con la possibilità di parcheggiare in piazza della Libertà. Dove domenica sono scattate anche diverse multe a carico di automobilisti che hanno sforato l'ora di sosta gratuita consentita. Nell'arco di una settimana sono circa 35 le sanzioni effettuate dalla polizia locale in piazza della Libertà, mentre un'altra ventina i verbali elevati per divieto di sosta in aree per residenti. A puntare il dito sul caos che si è creato domenica pomeriggio l'ex consigliere comunale di centrosinistra Marco Menchi che ha denunciato la situazione in cui si è venuto lui stesso a trovare mentre passeggiava in centro storico.
La posizione
«Mi sta bene tutto, so che bisogna accontentare i commercianti aprendo la Ztl afferma Menchi- ma il traffico infernale di domenica non si può vedere. Dall'auditorium San Paolo a piazza Oberdan un serpentone di veicoli incolonnati che hanno intasato il centro non trovando posto per parcheggiare. Si dovrebbe permette l'accesso al centro, magari tramite un apposito meccanismo, solo quando ci sono posti liberi in piazza della Libertà, altrimenti la situazione va fuori controllo. Con rischi anche per i pedoni che devono semplicemente attraversare la strada. Io ho parcheggiato l'auto al silos di via Armaroli dove c'erano solo 10 auto. Qualcosa non funziona e l'amministrazione deve porre rapidamente rimedio: questa liberalizzazione selvaggia alle auto in centro non va bene».
La critica
Anche l'ex assessora Stefania Monteverde non lesina critiche alla scelta di consentire l'accesso totale alle auto in città. «Sosta gratis nei parcheggi comunali e autobus circolare gratis in questi mesi afferma -. Questo sarebbe molto più utile di 23 posti auto in piazza della Libertà e soprattutto più rispettoso dell'impegno globale nei confronti dell'ambiente. A Macerata invece le piazze diventano parcheggi e si invita a muoversi in auto. Ma le auto nel centro storico, lo abbiamo visto tutti, in mezzo allo shopping natalizio, sono anche causa di assembramenti involontari, perché per lasciare passare le auto le persone sono costrette a stringersi l'una con l'altra impedendo la distanza di sicurezza. Una misura di emergenza, dicono dall'amministrazione. Adesso la priorità è impedire assembramenti e il contagio». Difende la scelta fatta il sindaco Sandro Parcaroli, che replica alle polemiche. «La questione delle auto che affollano il centro storico mi sembra sia riferibile solo al fine settimana, nello specifico ciò è avvenuto solo domenica, e comprendo benissimo le esigenze e le diverse priorità di ogni cittadino ha detto il sindaco -. Non è bello vedere le auto incolonnate nelle vie del centro storico ma sarebbe ancora più brutto vedere, piano piano, il cuore di Macerata spegnersi per la mancanza di attività commerciali. La scelta di aprire la Ztl e favorire il posteggio in piazza è legata a un aiuto concreto che abbiamo voluto mostrare in questo periodo difficile ai commercianti che hanno bisogno di sostegno e di iniziative che siano volte alla valorizzazione e promozione. Altrimenti, oltre a contare le attività che hanno abbassato la saracinesca in questi ultimi anni, saremo costretti a contarne molte di più tra qualche mese. Nei prossimi fine settimana continueranno i controlli costanti da parte della polizia locale».
Mauro Giustozzi
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA